Stadio Franchi nuovo nome

La Soprintendenza archeologia belle arti e paesaggio per la città metropolitana di Firenze, guidata da Andrea Pessina, ha presentato un parere che sottolinea alcuni problemi per il restyling dello stadio ‘Artemio Franchi’: i dubbi, riporta la cronaca fiorentina de La Repubblica, sono sulla nuova copertura e sulle tamponature in vetro dei sottocurva, dove nasceranno aree commerciali. Il parere definitivo dovrà arrivare comunque dalla soprintendenza nazionale, che si occupa dei progetti Pnrr.

“Non parlerei di perplessità – ha commentato il sindaco, Dario Nardella, parlando a margine di un convegno -, ma di indicazioni che sono emerse nel corso della conferenza dei servizi. Il parere del ministero ha fatto sintesi di tutte le indicazioni ma, cosa che per me è assai rilevante, ha tenuto conto delle posizioni del Comune”.

Riguardo alle tamponature dei pannelli fotovoltaici “i rilievi sono stati recepiti, sono fisiologici e comprensibili, e noi non abbiamo alcun problema a portarli avanti”, ha detto Nardella, secondo cui sulle vetrate “si dà indicazione di dettagliare bene nella progettazione la loro conformazione, non è che c’è un sì o un no: si va avanti sul progetto, bisogna dettagliare bene il modo con cui questa tamponatura in vetro viene fatta. Quindi non c’è nessun cambio sostanziale rispetto al progetto”.

TUTTA LA SERIE A TIM È SOLO SU DAZN: 7 PARTITE IN ESCLUSIVA E 3 IN CO-ESCLUSIVA A GIORNATA. 29.99 EURO/MESE. ATTIVA ORA. DISDICI QUANDO VUOI

PrecedentePSG, 25 mln in buonuscite tra Pochettino e Galtier
SuccessivoEuropeo femminile 2022, tutte le partite su Sky e Now