Il Mediolanum Forum di Assago prima di una gara dell’Eurolega (Photo by Handout/Euroleague Basketball via Getty Images)

L’Olimpia Milano ha chiuso il bilancio al 31 dicembre 2021 con un rosso pari a circa 3 milioni di euro. È quanto emerge dal verbale dell’assemblea dei soci della società di pallacanestro che Calcio e Finanza ha potuto visionare.

Nel dettaglio, nell’assemblea svoltasi lo scorso 28 aprile è stato reso noto che il rosso nel corso dell’esercizio chiuso lo scorso 31 dicembre è stato pari a 3,075 milioni di euro (coperta attingendo alla riserva straordinaria a patrimonio netto), in linea di fatto con la perdita dell’esercizio 2020 che era stata invece pari a 3,048 milioni di euro. La rivale nella prossima finale scudetto, la Virtus Bologna, aveva chiuso il bilancio al 30 giugno 2021 con un rosso pari a 3,9 milioni.

Si tratta del terzo bilancio consecutivo chiuso in rosso, dopo che dal 2013 al 2018 l’Olimpia Milano aveva sempre chiuso in utile: negli ultimi due pesano, ovviamente, anche le conseguenze legate al Covid e la chiusura anticipata della stagione 2019/20. Complessivamente, considerando tutta l’era Armani, il risultato netto aggregato dei 14 bilanci chiusi sotto la gestione del patron è stato negativo per 18,7 milioni.

Nel corso dell’assemblea dei soci, inoltre, è stata confermata anche la composizione del Consiglio d’Amministrazione della società: Pantaleo Dell’Orco è stato confermato presidente fino al 2024 con un emolumento per la carica pari a 35mila euro, mentre rimangono consiglieri anche Laura Tadini (Global Human Resources Director del gruppo Armani) e Fabio De Angelis (Division Chief Operating Officer del gruppo Armani).

GUARDA LE FINALI SCUDETTO TRA VIRTUS BOLOGNA E OLIMPIA MILANO SUI CANALI EUROSPORT DI DAZN. ABBONATI ORA. DISDICI QUANDO VUOI

PrecedenteTIM, l’ad Labriola: «Non abbandoneremo DAZN»
SuccessivoMkhitaryan verso l’Inter: l’impatto a bilancio