(Photo by LLUIS GENE/AFP via Getty Images)

Il Barcellona sta lavorando su più fronti per cercare di rientrare dai 590 milioni di debiti che pesano sulle casse del club catalano. Tra le possibili soluzioni valutate dal Barça vi è anche la vendita del 25% dei diritti televisivi della Liga, sulla cui approvazione il consiglio di amministrazione del Barcellona voterà il prossimo 16 giugno.

Secondo quanto riporta il sito spagnolo El Confidencial, Bank of America avrebbe avanzato un’offerta da 600 milioni di euro. Il club catalano in precedenza aveva avviato dei colloqui con il fondo di private equity, Cvc Capital Partners, per cedere l’8% dei suoi diritti di trasmissione. Alla fine però sarebbe arrivata la decisione di ritirarsi dalla negoziazione. E ora starebbe analizzando la proposta alternativa dell’investment bank Usa.

Su un altro fronte, per impattare ancora di più sui conti in rosso, il Barça sarebbe pronto ad applicare un nuovo taglio degli stipendi per la squadra blaugrana. Secondo il Mundo Deportivo, il club catalano avrebbe previsto una riduzione del 50%, non solo per i capitani, come è stato lo scorso anno, ma per tutti i componenti della rosa guidata da Xavi.

Il taglio dei salari riguarderebbe tutti i giocatori tranne quelli che hanno recentemente rinnovato (Ansu Fati, Pedri e Araujo) e quelli che sono arrivati nello scorso mercato invernale ed il cui accordo prevede già i nuovi parametri salariali stabiliti dalla società.

ABBONATI A DAZN. ATTIVA ORA. DISDICI QUANDO VUOI

PrecedenteRiparte la Nations League: la formula della nuova edizione
SuccessivoMilan, dettagli tricolore per la nuova maglia Puma