Liverpool indagine finale Champions
(Foto: Matthias Hangst/Getty Images)

«C’è stato un afflusso di 30.000-40.000 tifosi britannici del Liverpool, senza biglietto o con biglietti falsi», accusa il ministro dello sport francese, Amélie Oudéa-Castéra, intervenuta in difesa dell’organizzazione della finale della Champions League disputatasi sabato allo Stade de France.

Anche la UEFA in una nota pubblicata all’indomani della gara ha scritto: «In vista della partita, i tornelli dal lato del Liverpool sono stati bloccati da migliaia di tifosi che avevano acquistato biglietti falsi che non funzionavano. Ciò ha creato un accumulo di tifosi che cercavano di entrare. Di conseguenza, il calcio d’inizio è stato posticipato di 35 minuti per consentire l’accesso al maggior numero possibile di fan con biglietti autentici».

Parlando poi delle possibili cause del caos, il Ministro ha ricordato che questo lunedì mattina è stato organizzato un incontro a tal fine, poi ha spiegato: «Faremo un approfondimento, ma le responsabilità sono molteplici: in primis la UEFA; sicuramente c’è stata una mancanza di steward al livello di quanto previsto dalla Federcalcio francese».

Per quanto riguarda la Federcalcio europea, il ministro ha criticato la decisione di accettare, su richiesta del club inglese, biglietti cartacei piuttosto che esclusivamente digitali, che, secondo lei, avrebbero contribuito a generare un circuito di biglietteria parallelo.

Quanto alla presenza delle forze di sicurezza intorno allo Stade de France, ha ricordato che queste “erano state raddoppiate” rispetto a un evento normale, ovvero 2000 agenti di polizia attorno al recinto. «Ma è vero che hanno avuto difficoltà a frenare il flusso dato questo notevole afflusso di spettatori eccessivi e irregolari», ha aggiunto.

La Francia ospiterà la Coppa del Mondo di rugby tra meno di un anno e mezzo, poi i Giochi Olimpici e Paralimpici nel 2024. suq questo Amélie Oudéa-Castéra ha voluto rassicurare: «Siamo in grado di organizzare grandi eventi sportivi. La Francia ha un vero know-how. Non sono preoccupata, sono certa che impareremo tutte le lezioni da quello che è successo sabato sera».

NIKE COMPIE 50 ANNI. SCOPRI TUTTI LE PROMOZIONI PER L’ANNIVERSARIO

PrecedenteIntesa strategica Stellantis-Toyota per un nuovo veicolo
SuccessivoChampions ed Europa League: le cifre e il valore dei club italiani per la prossima stagione