RedBird risposta Blue Skye
(Foto: Marco Luzzani/Getty Images)

Il Milan è vicino al passaggio di proprietà. Il fondo statunitense Redbird Capital Partners avrebbe fatto ulteriori passi avanti nella sua offerta e avrebbe quasi trovato un accordo sulla base di una valutazione di 1,3 miliardi che potrebbe arrivare a toccare addirittura gli 1,8 miliardi grazie a una serie di meccanismi.

Secondo quanto riporta Il Sole 24 Ore, RedBird punta a un progetto “media company” per il Milan con l’obiettivo di creare, come già avviene negli Stati Uniti, sinergie in altri settori, che non siano strettamente il calcio (tv, immobiliare, retail), in modo da aumentare il giro d’affari della società rossonera che oggi, nella stagione 2020/21, si aggira sui 260 milioni di euro. Un dato che crescerà sicuramente per la stagione 2021/22 con la partecipazione alla UEFA Champions League e il ritorno del pubblico allo stadio.

Si tratta di una strategia che accomuna molti fondi. Oltre un anno fa anche Bc Partners, che aveva avviato discussioni con la famiglia Zhang per acquistare l’Inter, aveva al centro del suo progetto l’idea di far diventare il club nerazzurro una sorta di “media company”.

Per quanto riguarda i fondi di private equity e l’investimento nel calcio, ad oggi non c’è mai stato un cosiddetto “leverage buyout”, con l’utilizzo di leva finanziaria. Ciò, come sottolinea Il Sole 24 Ore, è facilmente spiegabile visto che nelle attuali situazioni dei club italiani, che bruciano cassa anziché generarla, sarebbe impossibile.

TUTTA LA SERIE A TIM È SOLO SU DAZN: 7 PARTITE IN ESCLUSIVA E 3 IN CO-ESCLUSIVA A GIORNATA. 29,99 EURO/MESE. ATTIVA ORA. DISDICI QUANDO VUOI

PrecedenteSan Siro, scelto il coordinatore per il dibattito pubblico
SuccessivoLa Roma “elimina” un’italiana dalle coppe europee 22/23