Data sorteggio gironi Champions League 2022 2023
(Foto: OZAN KOSE/AFP via Getty Images)

La UEFA punta a concludere un accordo dell’ultimo minuto con i club per eliminare l’assegnazione di due posti nella nuova Champions League in base ai risultati ottenuti negli ultimi cinque anni, ovvero in base al ranking.

Il progetto originale avrebbe consentito a due club, che non si sono qualificati alla massima competizione europea per club tramite il proprio campionato nazionale, di accedere alla fase a gironi avendo il miglior coefficiente o ranking UEFA.

La principale critica mossa all’organo di governo del calcio europeo è quella di una somiglianza con il progetto della tanto discussa Superlega. Proprio per questo ora la Federcalcio europea vuole tornare alla classica modalità per la quale tutti i club si qualificheranno dalle competizioni nazionali.

I colloqui con i club dovrebbero concludersi prima del Comitato esecutivo della UEFA che si terrà nella giornata di oggi, mentre domani a Vienna si terrà il Congresso annuale, con l’obiettivo di concludere la riforma della Champions League.

L’altro aspetto di cui si discuterà è il numero delle “giornate” del minicampionato, inizialmente fissato a dieci contro dieci diverse avversarie, rispetto alle sei gare del girone (tre andata e ritorno) della formula attuale. Venerdì scorso, l’associazione European Leagues, che riunisce 30 leghe professionistiche del continente, ha chiesto la limitazione a otto partite, per non ridurre ulteriormente lo spazio lasciato ai campionati.

L’ECA ha sottolineato in una dichiarazione: «Poiché queste importanti proposte si avvicinano all’accordo finale per essere approvate dal comitato esecutivo dell’Uefa, l’ECA si è impegnata a lavorare con la UEFA per raggiungere i migliori risultati possibili per il calcio europeo».

Nasser al-Khelaifi, presidente dell’ECA e presidente del Paris Saint-Germain, ha dichiarato: «La gamma di decisioni attualmente prese in considerazione dall’ECA e dalle altre principali parti interessate plasmerà le competizioni calcistiche europee per club negli anni a venire. In quanto organizzazione che rappresenta oltre 240 club d’Europa, club di tutte le dimensioni e sedi, grandi e piccoli, l’ECA ha una prospettiva e una posizione di leadership uniche. In tutte le nostre decisioni, l’ECA agisce nel migliore interesse collettivo del calcio europeo e della nostra comunità».

TUTTA LA SERIE A TIM È SOLO SU DAZN: 7 PARTITE IN ESCLUSIVA E 3 IN CO-ESCLUSIVA A GIORNATA. 29,99 EURO/MESE. ATTIVA ORA. DISDICI QUANDO VUOI

PrecedenteLa nuova Champions fa già litigare la UEFA e le Leghe
SuccessivoDe Siervo: «Raddoppiare i ricavi da diritti tv esteri»