Cairo Grande Torino
(Foto: Mario Carlini / Iguana Press/Getty Images)

La foto degli “Invincibili” per rendere omaggio al “Grande Torino, orgoglio d’Italia”. A poche ore dall’omaggio a Valentino Mazzola e compagni, che torna in presenza dopo le restrizioni degli scorsi anni per la pandemia, il Torino ha celebrato così, sui social, l’anniversario della tragedia di Superga, dove la squadra salirà nel pomeriggio per la messa a suffragio delle vittime e la lettura dei nomi dei 31 caduti di quel 4 maggio 1949.

Questa mattina il ricordo nel cimitero Monumentale, alla presenza del sindaco, Stefano Lo Russo, e del patron granata Urbano Cairo. Al Filadelfia, il tempio granata ricostruito dopo anni di abbandono, Belotti e compagni sono invece scesi in campo alle ore 12.30. Una seduta a porte aperte, come non accadeva ormai da tempo.

«E’ sempre un momento toccante: ci sono stati due anni di pandemia e ora c’è la guerra, il Grande Torino è stato un motore dopo la seconda guerra mondiale ed è un parallelismo che dobbiamo fare e prendere esempio per i giorni nostri», le parole di Urbano Cairo a margine della cerimonia al Cimitero Monumentale.

«E’ stata una squadra unica, dopo 73 anni li ricordiamo ancora, al cimitero e a Superga. E’ incredibile che tanta gente, che non ha conosciuto nessun calciatore, provi tanto affetto e amore verso questa squadra. E’ qualcosa di unico, una giornata molto speciale», ha aggiunto.

In ricordo della tragedia è intervenuto anche il presidente della FIGC Gabriele Gravina, che ha presentato le iniziative messe in campo dalla Federazione: «Il mondo del calcio deve guardare al futuro senza mai dimenticare il passato e ha il dovere di ricordare quella squadra leggendaria, che nel secondo Dopoguerra ebbe lo straordinario merito di riunire il Paese dopo anni di sofferenze».

TUTTA LA SERIE A TIM È SOLO SU DAZN: 7 PARTITE IN ESCLUSIVA E 3 IN CO-ESCLUSIVA A GIORNATA. 29,99 EURO/MESE. ATTIVA ORA. DISDICI QUANDO VUOI

1 COMMENTO

Comments are closed.