TIM boccia accordo DAZN
(Foto: Andrea Staccioli / Insidefoto)

Si va verso l’accordo tra Tim e Dazn, in un mosaico in cui anche Vivendi resta parte della situazione, con uno sguardo rivolto verso TimVision. Come riportato dal Sole 24 Ore, infatti, l’accordo tra la telco e la piattaforma streaming per rivedere la partnership dal punto di vista economico sarebbe pronto ad andare in porto.

L’accordo firmato nei mesi scorsi prevede che Tim garantisca a Dazn un minimo garantito di 340 milioni annui per avere l’esclusiva dell’app OTT sulla piattaforma TimVision: accordo che permette a Dazn di alleggerire i costi legati ai diritti tv della Serie A, per cui paga 840 milioni a stagione alla Lega. Tuttavia, il flop fatto segnare da TimVision in termini di risultati e abbonamenti (con anche l’effetto concurrency che ha avuto il suo impatto), ha portato Tim alla decisione di iniziare i colloqui per rivedere l’accordo.

Negoziazioni che, spiega il Sole 24 Ore, sarebbero in dirittura d’arrivo: lo “sconto” annuo non sarebbe pari a 100 milioni, come emerso, ma la richiesta di diminuire il minimo garantito verrà accompagnata dal venire meno dell’esclusiva su TimVision per l’app Dazn. E proprio in chiave TimVision è spuntata negli ultimi giorni anche Vivendi, principale azionista di Tim, che si sarebbe proposta per venire incontro alle necessità sia di Tim che di Dazn.

Il gruppo francese infatti avrebbe proposto a Tim di poter versare la cifra relativa allo “sconto” annuo a Dazn, ottenendo però in cambio l’intera piattaforma TimVision. E in questa ottica anche lo scarso interesse della nuova dirigenza verso l’OTT potrebbe aiutare. L’operazione TimVision potrebbe concludersi, così, in due modi, ovverosia con Vivendi che acquista TimVision mantenendo l’esclusiva dell’app Dazn o una TimVision senza esclusiva per Dazn, ma tutto dipenderà dalle ultime contrattazioni.

TUTTA LA SERIE A TIM È SOLO SU DAZN: 7 PARTITE IN ESCLUSIVA E 3 IN CO-ESCLUSIVA A GIORNATA. 29,99 EURO/MESE. ATTIVA ORA. DISDICI QUANDO VUOI