Sky sublicenza Serie A
Un microfono di DAZN (Photo by MARCO BERTORELLO/AFP via Getty Images)

Una mano tesa verso DAZN potrebbe arrivare dalla Francia. Secondo quanto riportato da TvZoom, infatti, Vivendi avrebbe messo nel mirino TimVision, in una operazione che garantirebbe anche a DAZN di superare il problema economico legato all’accordo con Tim.

Tim e DAZN hanno infatti stretto un accordo da 340 milioni annui per portare la programmazione di DAZN, in particolare le gare di Serie A (per cui la società di Blavatnik versa 840 milioni annui alla Lega) sulla piattaforma streaming di Telecom, ovverosio TimVision. Un accordo che tuttavia non ha portato i risultati sperati, anzi: per questo Tim e DAZN hanno intavolato trattative per rivedere l’accordo economico con la telco che punta a un corposo sconto rispetto ai 340 milioni annui, visti i numeri tutt’altri che positivi.

In questo quadro, spiega TvZoom, sarebbe pronta ad inserirsi Vivendi. Il gruppo di Vincent Bollorè, che è azionista di maggioranza di Tim, potrebbe infatti venire incontro sia alla telco che a DAZN, visto che sarebbe disposta ad assorbire finanziariamente lo scontro chiesto da Tim alla piattaforma streaming, pari a circa 100 milioni di euro. Ottenendo però in cambio l’intera piattaforma TimVision, che verrebbe così scorporata da Tim.

Una mossa che permetterebbe a Bollorè di entrare nel mercato italiano dopo il fallimento dell’operazione Premium con Mediaset, oltre a rinforzare il suo peso nel mondo calcistico a livello europeo visto che in Francia possiede già Canal+ con i diritti della Ligue 1, alla luce dell’accordo con DAZN che, oltre all’Italia, è tra i principali player in Germania e in Spagna.

TUTTA LA SERIE A TIM È SOLO SU DAZN: 7 PARTITE IN ESCLUSIVA E 3 IN CO-ESCLUSIVA A GIORNATA. 29,99 EURO/MESE. ATTIVA ORA. DISDICI QUANDO VUOI