FIGC tetto ai costi
Il logo della FIGC (Photo credit should read TIZIANA FABI/AFP via Getty Images)

La Figc ha reagito con perplessità di fronte alla lettera con cui il neopresidente della Lega Lorenzo Casini, rivolgendosi a Giovanni Malagò e Gabriele Gravina, presidenti di Coni e Federcalcio, ha proposto una “procedura speciale” dedicata alla materia «annullamento e sospensione delle gare».

Come spiegato dalla Gazzetta dello Sport, la lettera è partita dopo quanto accaduto negli ultimi mesi, con le cinque partite sospese per i casi Covid nelle squadre tra dicembre e gennaio e rimesse in calendario solo nei giorni scorsi, su impulso di Casini (anche se su tre delle cinque sfide pende ancora la decisione del Collegio di Garanzia dello Sport del Coni, che potrebbe anche portare all’annullamento delle gare).

Non solo il tema delle responsabilità dei tempi lunghi (considerando che i club si sono mossi all’ultimo giorno disponibile per presentare il loro ricorso), dalla Figc emerge anche contrarietà relativamente all’idea di un grado unico di giudizio su una materia che non prevede una possibilità di ricorsi fuori dal sistema (come ad esempio il Tar) come avviene per le materie che riguardano l’iscrizione ai campionati. Il tema tornerà comunque d’attualità nelle prossime settimane con ulteriori confronti.

TUTTA LA SERIE A TIM È SOLO SU DAZN: 7 PARTITE IN ESCLUSIVA E 3 IN CO-ESCLUSIVA A GIORNATA. 29,99 EURO/MESE. ATTIVA ORA. DISDICI QUANDO VUOI

PrecedenteSalvini: «Sala faccia chiarezza sul futuro di San Siro»
SuccessivoQatar, dai migranti 1,8 mld in tasse per lavorare anche per il Mondiale