Fiorentina-Lazio in streaming
Maurizio Sarri (Foto: Paolo Bruno/Getty Images)

“Se vedi la Bundesliga in tv, poi cambi canale e metti una partita di Serie A ti chiedi: ‘ma dove cazzo sono finito?”. Maurizio Sarri ha un’opinione abbastanza netta sul fallimento del calcio italiano. A cominciare dalla Nazionale: “Rimango sempre della mia idea – dice il tecnico della Lazio in conferenza stampa – le nazionali non rappresentano più un movimento del Paese. Si fanno discorsi sui massimi sistemi, ho sentito sparare cavolate mostruose sui problemi del calcio italiano in questa settimana. Fermo restando che stiamo parlando di una partita, contro la Macedonia, in cui l’Italia ha fatto 35 tiri in porta, ne ha subiti 2, ha perso ed è andata fuori”.

“Qui stiamo 30-35 anni indietro, ma nessuno parla di strutture. Quando vedi la Bundesliga e poi la confronti con la Serie A, i nostri stadi appaiono fermi anche a cinquant’anni fa Quando io parlo dei terreni di gioco, mi dicono che mi lamento. Ma far giocare su certi campi equivale a dare un bisturi arrugginito a un chirurgo. Abbiamo pagato la mancata cura di tutti i particolari”.

“Ho parlato con Immobile, gli ho detto che lui è il capro espiatorio di questa situazione. Non è lui il colpevole, pensasse alla Lazio perché se io fossi in lui saprei benissimo cosa fare. Sono fiducioso su di lui perché quando rientra qui a Formello ha sempre la testa indirizzata nel migliore dei modi”, ha concluso.

TUTTA LA SERIE A TIM È SOLO SU DAZN: 7 PARTITE IN ESCLUSIVA E 3 IN CO-ESCLUSIVA A GIORNATA. 29,99 EURO/MESE. ATTIVA ORA. DISDICI QUANDO VUOI