Lille Chelsea in streaming
(Foto: GLYN KIRK/AFP via Getty Images)

Non soltanto il blocco della cessione, le difficoltà di portare avanti le operazioni ordinarie e la richiesta della compagnia telefonica “Tre” di rimuovere il logo dalla divisa da gioco. Ci sarebbero nuovi grattacapi all’orizzonte per il Chelsea, perchè Nike sta valutando la possibilità di chiudere con i Blues un rapporto iniziato qualche anno fa.

Una soluzione che – scrive Daily Mail – potrebbe costare al Chelsea fino a 540 milioni di sterline (oltre 640 milioni di euro). I Blues sono entrati in crisi dopo che il proprietario Roman Abramovich ha visto i suoi beni congelati dal governo del Regno Unito a causa dei legami con Vladimir Putin.

Come detto in precedenza, il club ha già visto sospesa la partnership con “Tre” per la sponsorizzazione della maglia, un accordo del valore di 120 milioni di sterline. E adesso anche Nike potrebbe seguire lo stesso esempio. Le due parti hanno raggiunto un’intesa della durata di 15 anni da 900 milioni di sterline (1,07 miliardi di euro) nel 2016, ma dopo i recenti eventi si dice che Nike stia «considerando di andarsene».

Questa eventualità costringerebbe i Blues a vedere sfumare 540 milioni di sterline nei prossimi anni, una cifra considerevole che non è detto il Chelsea riesca a ottenere con un nuovo sponsor tecnico. Ricavi che mancherebbero anche dallo stadio, dato che il club potrebbe perdere fino a 600.000 sterline a partita se non potesse vendere biglietti per le restanti partite allo Stamford Bridge in questa stagione.

Sullo sfondo rimangono le trattative per un’eventuale cessione, che consentirebbe al club di tornare a respirare. Il Chelsea ha chiesto proprio nella giornata di ieri di rivedere la licenza concessa dal Governo del Regno Unito in modo da poter operare nella maniera più naturale possibile, nonostante le sanzioni nei confronti del suo proprietario.

ISCRIVITI AD AMAZON PRIME VIDEO E PROVALO GRATIS PER 30 GIORNI. CLICCA QUI PER REGISTRARTI

IMPORTANTE: In qualità di Affiliato Amazon, Calcio e Finanza riceve un guadagno dagli acquisti idonei. Calcio e Finanza riceve una commissione per ogni utente, con diritto di usufruire del periodo gratuito di 30 giorni di Amazon Prime, che da www.calcioefinanza.it si iscrive a Prime attraverso PrimeVideo.com. Registrandoti ad Amazon Prime Video attraverso il precedente link puoi pertanto contribuire a sostenere il progetto editoriale di Calcio e Finanza. Grazie.