Coppa Italia biglietti orario vendita
(Foto: Marco Rosi/Getty Images)

Niente più regola del gol doppio in trasferta anche in Coppa Italia. Dopo la modifica della norma nelle competizioni europee, si adeguerà anche il torneo italiano dalla prossima staigone. Il vicepresidente di Lega Luca Percassi, in avvio di assemblea, ha infatti informato i club della modifica decisa nell’ultimo Consiglio di Lega riguardo “la modifica della regola del gol doppio in trasferta, abolita, in uniformità con quanto già avviene nelle Coppe europee, dalla Coppa Italia 2022/2023”.

“Le Società della Lega Serie A si sono riunite oggi in Assemblea nella sede di via Rosellini, dove sono intervenuti i rappresentanti di tutti i 20 Club”, si legge nella nota della Lega Serie A. “Il Vicepresidente Luca Percassi ha inizialmente informato i presenti su due importanti decisioni di carattere sportivo assunte nell’ultimo Consiglio di Lega: le date della prossima stagione sportiva, che inizierà il 14 agosto 2022, e la modifica della regola del gol doppio in trasferta, abolita, in uniformità con quanto già avviene nelle Coppe europee, dalla Coppa Italia 2022/2023”.

“L’Amministratore Delegato Luigi De Siervo ha in seguito illustrato alle Società la progettualità della Lega Serie A per i prossimi mesi, nei quali sarà implementata e rafforzata la presenza della Lega in diversi mercati internazionali, con l’apertura di nuovi uffici di rappresentanza e la possibile disputa di un torneo negli Stati Uniti durante il fermo attività coincidente col Mondiale in Qatar”, conclude la Lega.

ISCRIVITI AD AMAZON PRIME VIDEO E PROVALO GRATIS PER 30 GIORNI. CLICCA QUI PER REGISTRARTI

IMPORTANTE: In qualità di Affiliato Amazon, Calcio e Finanza riceve un guadagno dagli acquisti idonei. Calcio e Finanza riceve una commissione per ogni utente, con diritto di usufruire del periodo gratuito di 30 giorni di Amazon Prime, che da www.calcioefinanza.it si iscrive a Prime attraverso PrimeVideo.com. Registrandoti ad Amazon Prime Video attraverso il precedente link puoi pertanto contribuire a sostenere il progetto editoriale di Calcio e Finanza. Grazie.

PrecedenteSerie A, niente accordo tra i club: da domani commissario per statuto
SuccessivoAd Exor oltre 57 milioni di dividendi da Ferrari