Alessandri (Technogym) e Costamagna pronti allo sbarco nelle farmacie

Nerio Alessandri, patron di Technogym, al fianco del noto banker Claudio Costamagna, già tra le altre già top manager di Goldman Sachs e ora presidente della piattaforma CC & Soci,…

Technogym (Photo by ALBERTO PIZZOLI/AFP via Getty Images)

Nerio Alessandri, patron di Technogym, al fianco del noto banker Claudio Costamagna, già tra le altre già top manager di Goldman Sachs e ora presidente della piattaforma CC & Soci, prepara lo sbarco nel mondo della sanità, precisamente nel settore delle farmacie.

Stando a quanto riportato da L’Economia del Corriere, Costamagna, ex presidente di Cassa depositi e prestiti, ha deciso di entrare in uno dei settori che si sono rivelati maggiormente cruciali in questi due anni di pandemia, iniziando una nuova carriera da startupper. «Le farmacie sono ormai diventate il primo gradino del sistema sanitario, un riferimento per la comunità. Fanno i vaccini, le analisi e con noi amplieranno ancora i servizi, come lo smaltimento dei farmaci scaduti, terranno corsi di pronto soccorso, anche per neonati. Non è un caso che la nuova Pharma Green Holding nasca già come società Benefit» aggiunge Federico Floriani, il managing director di CC & Soci che ha ideato il progetto.

Il supporto sarà garantito dalla liquidità prodotta dall’azienda milanese Pharma Green Holding e dal suo CEO Pasquale De Felice. In sostanza, verranno stanziati circa 60 milioni di euro che porterà agilmente alla realizzazione di 50-70 farmacie. «È il frutto di un aumento di capitale rotondo, con una domanda che ha superato l’offerta. Lo teniamo ancora aperto per dare la possibilità ai farmacisti di diventare soci e partecipare al capitale di rischio», ha spiegato Floriani.

All’attivo sono già pronti una decina di punti vendita che entreranno in portafoglio tra marzo e maggio. Al progetto parteciperanno una trentina di investitori, abili sia a livello finanziario che a livello imprenditoriale. Ad esempio, ci sarà la famiglia Recordati, proprietari della multinazionale farmaceutica italiana. Inoltre, ci sarà anche Nerio Alessandri, inventore della Technogym,  leader mondiale nella produzione di attrezzi per lo sport.Due nomi tra i tanti investitori, ciascuno dei quali non avrà una partecipazione superiore al 10%. Costamagna la definisce già una piccola public company.

«È un business dove sono necessarie competenze nella grande distribuzione e nel retail – spiega Costamagna – l’idea è di creare un brand, punto di riferimento nei servizi, proprio come lo è una catena di supermercati». Non teme la concorrenza dei nuovi attori? «Il mercato resta frammentato, ci sono circa 19 mila farmacie e, secondo i dati a fine 2020, solo il 5% è riconducibile a catene – dice Costamagna -. La competizione non spaventa, anzi. Così come è avvenuto nella grande distribuzione dove ci sono una decina di insegne leader sul mercato. Il modello alla fine è quello. Puntiamo alla crescita in regioni come Toscana, Marche e Puglia dove la rete di farmacie è meno sviluppata. Il consiglio sarà espressione di tutte le competenze di cui ha bisogno il progetto», dice l’ex banker.

Il presidente sarà Vittorio Radice, vicepresidente di La Rinascente. La squadra sarà composta, anche, da Leonardo Rubattu, presidente di Satispay e ceo di Unipol Pay Digital Payments, Roberto Antonini, già manager nella farmaceutica Zambon, e Michel Cohen, fondatore e ceo del gruppo DentalPro. Infine, Giovanni Colella, medico con un passato da creatore di startup legate alla sanità in California, e Andrea Giardino, l’avvocato di Gatti, Pavesi, Bianchi, Ludovici che ha dato il supporto legale.

«La focalizzazione sul retail è la chiave di molti business, anche nelle telecomunicazioni che un po’ ci hanno ispirato – dice -. Tiscali è ripartita quando si è concentrata sui servizi e in seguito alla fusione con Linkem, arriverà al primo posto nel segmento degli accessi a banda ultra larga nelle tecnologie 5G e ftth, con una quota di mercato pari al 19,4% nel segmento delle migliori tecnologie disponibili. In un mondo in ebollizione , è la linea che stanno seguendo i grandi operatori, a partire da Tim», ha aggiungo Costamagna.