Champions semifinale in chiaro
(Photo by David Ramos/Getty Images)

La UEFA prevede una crescita rilevante dei ricavi da diritti televisivi e commerciali per la sua nuova Champions League, che prenderà il via a partire dal 2024. Lo riporta l’autorevole quotidiano The Times, che sottolinea come l’organo di governo del calcio europeo si aspetti un aumento del 40% portando i ricavi complessivi a oltre 5 miliardi di euro all’anno.

La UEFA ha ricevuto nella giornata di oggi offerte definitive da quattro agenzie per vendere i diritti per conto suo in tutto il mondo e prevede un aumento sostanziale delle entrate rispetto ai 3,6 miliardi di euro di questa stagione. Questo porterà a maggiori risorse da distribuire ai club che prendono parte alle competizioni europee, in particolare la Champions League.

Inoltre, la UEFA spera che la mossa possa infierire un ulteriore colpo al progetto di una Superlega europea. Il nuovo formato “modello svizzero” della Champions League dal 2024 prevede 36 squadre invece di 32, con un unico campionato e la disputa di dieci partite ciascuna contro avversari diversi in base al ranking, prima che le prime 16 si qualifichino per la fase a eliminazione diretta.

La gara tra le agenzie interessate è stata gestita per la prima volta congiuntamente dalla UEFA e dalla European Club Association attraverso la società Uefa Club Competitions SA (una joint venture). Team Marketing, che detiene i diritti da anni, Sports, Infront ed Endeavour-IMG hanno tutte presentato offerte per vendere i diritti a livello globale o regionale, con alcune delle proposte contenenti garanzie minime.

TUTTA LA SERIE A TIM È SOLO SU DAZN: 7 PARTITE IN ESCLUSIVA E 3 IN CO-ESCLUSIVA A GIORNATA. 29,99 EURO/MESE. ATTIVA ORA. DISDICI QUANDO VUOI

PrecedenteIl Giudice Sportivo su Bologna-Inter: niente ko a tavolino
SuccessivoIl Giudice Sportivo rinvia la decisione su tre gare non giocate