PIF azionista Aston Martin
(Foto: Ian MacNicol/Getty Images)

Il Newcastle si prepara a vivere un mercato di gennaio che potrebbe vederlo protagonista, dopo l’acquisizione del club inglese da parte di un consorzio guidato dal Public Investment Fund dell’Arabia Saudita (PIF) – che detiene l’80% del club – e completato da PCP Capital Partners di Amanda Staveley (10%) e dalla società RB Sports & Media (10%).

A seguito di questa operazione, infatti, i Magpies sono entrati nel gruppo degli osservati speciali. La ragione è da ritrovare nella proprietà del club bianconero che – secondo un report realizzato dalla piattaforma di crowdfunding sportiva Tifosy – vanta un patrimonio equiparabile all’80% del totale di quelli di tutti i proprietari dei club di Premier League messi assieme.

PIF patrimonio – Il confronto con gli altri proprietari

Il patrimonio – la maggior parte riconducibile al PIF – dei nuovi proprietari della società sarebbe infatti pari a 430 miliardi di dollari, ben distanti dai 20 miliardi del patron del Manchester City, secondo in questa particolare classifica. Seguono poi i 14,6 miliardi di dollari di Roman Abramovic (Chelsea) e i 10,7 miliardi di dollari di Josh Kroenke (Arsenal).

Chiudono in ordine i 4,7 miliardi di dollari dei Glazer (Manxhester United) e i 3,6 miliardi di patrimonio di John Henry, che detiene il 40% di Fenway Sports Group, la società che controlla il Liverpool. In totale, i rimanenti proprietari dei club di Premier League mettono insieme un patrimonio di 55,3 miliardi di dollari, ben lontani da quelli che puntano a essere i nuovi protagonisti del calcio inglese ed europeo nei prossimi anni.

TUTTA LA SERIE A TIM È SOLO SU DAZN: 7 PARTITE IN ESCLUSIVA E 3 IN CO-ESCLUSIVA A GIORNATA. 29,99 EURO/MESE. ATTIVA ORA. DISDICI QUANDO VUOI

PrecedenteDirettore Asl Torino: «Non so se si giocherà Juve-Napoli»
SuccessivoNuovo Totocalcio al via: ecco la prima schedina