Dopo negoziati di mesi, gli eredi di David Bowie hanno venduto l’intero catalogo musicale dell’artista a Warner Chappell Music per oltre 250 milioni di dollari. Lo ha appreso Variety.
Inclusi sono sei decenni di canzoni tra cui “Heroes”, “Changes”, “Space Oddity”, “Let’s Dance”, “Golden Years”, “Ziggy Stardust” e centinaia di altre.

L’accordo comprende le canzoni dei 26 album in studio di David Bowie pubblicati durante la sua vita, così come l’uscita postuma dell’album in studio, “Toy”, che uscirà venerdì. Include anche i due album in studio di Tin Machine, insieme a brani pubblicati come singoli da colonne sonore e altri progetti.

L’accordo porta quasi tutta la musica di Bowie nel sistema Warner. Lo scorso settembre, gli eredi avevano annunciato una partnership globale con Warner Music che porterà il vasto catalogo di musica registrata dell’artista dal 1968 al 2016 sotto l’ombrello della compagnia; l’accordo include gli album di Bowie dal 2000 al 2016, originariamente pubblicati tramite Sony Music.

L’annuncio arriva durante la celebrazione di “Bowie 75”, che circonda il 75° compleanno del compianto cantante sabato 8 gennaio. La campagna include anche negozi pop-up a New York e Londra e l’uscita a novembre di “Brilliant Adventure (1992- 2001)” e, venerdì, il suo album inedito “Toy”, che comprende versioni ri-registrate di canzoni relativamente oscure risalenti agli inizi della sua carriera; mentre quell’album è disponibile come parte del cofanetto, sarà pubblicato separatamente venerdì.

TUTTA LA SERIE A TIM È SOLO SU DAZN: 7 PARTITE IN ESCLUSIVA E 3 IN CO-ESCLUSIVA A GIORNATA. 29,99 EURO/MESE. ATTIVA ORA. DISDICI QUANDO VUOI