Chi è Danilo Iervolino, nuovo proprietario della Salernitana

Chi è Danilo Iervolino – La Salernitana è riuscita a salvare la Serie A in extremis. I trustee hanno infatti accettato l’offerta di Danilo Iervolino, che stando alle prime…

Salernitana bilancio 2022
(Foto: Francesco Pecoraro/Getty Images)

Chi è Danilo Iervolino – La Salernitana è riuscita a salvare la Serie A in extremis. I trustee hanno infatti accettato l’offerta di Danilo Iervolino, che stando alle prime indiscrezioni avrebbe messo sul piatto una cifra compresa tra i 10 e i 13 milioni di euro per l’acquisto del club campano, prevedendo di stanziare ulteriori 20 milioni prossimamente per la gestione del club e per il calciomercato.

Per cominciare, Iervolino ha versato 500 mila euro di caparra – pari al 5% della cifra complessiva – ed è previsto che proceda con il saldo del prezzo totale in una decina di giorni. Dalla FIGC dovrebbe inoltre arrivare il via libera alla proroga di 45 giorni per completare l’iter di trasferimento quote.

[cfDaznAlmanaccoCalcioPlayer]

Chi è Danilo Iervolino – La formazione e UniPegaso

Ma chi è Danilo Iervolino, che si appresta a diventare il nuovo proprietario della Salernitana? Nato a Napoli il 2 aprile del 1978, Iervolino ha sempre vissuto a Palma Campania, il paese d’origine dei genitori. Lì è cresciuto e vive ancora oggi con la famiglia. Dopo il liceo Iervolino si è iscritto alla Parthenope di Napoli, alla Facoltà di Economia e Commercio, ma con uno spiccato interesse per il mondo della “formazione”.

E’ coltivando questa passione che l’imprenditore ha avuto l’idea di lanciare l’Università telematica Pegaso, Ateneo online che oggi ha oltre 60 sedi in tutta Italia. L’istituto nacque nel 2006, articolato sui più moderni ed efficienti standard tecnologici nel campo dell’e-learning, ma l’idea di costruire un progetto del genere maturò in Iervolino due anni prima, negli Stati Uniti, con il fine di abbattere «ogni tipo di barriera, di luogo e di tempo».

Chi è Danilo Iervolino – La cessione a CVC e l’affare Bfc Media

La svolta in termini di business è arrivata a settembre del 2021, quando Iervolino ha venduto al fondo di private equity CVC Capital Partners il restante 50% di Multiversity, la holding a cui fanno capo proprio l’Università Telematica Pegaso e l’Università Mercatorum, che in precedenza erano ancora in possesso dell’imprenditore.

Iervolino era uscito quindi del tutto dal capitale, restando allo stesso tempo nel CdA di Università Pegaso e di Mercatorum. Curioso il legame con il fondo CVC, che proprio nei mesi passati è stato ad un passo dall’ingresso nella Serie A, con l’obiettivo di rilevare una quota della nuova media company per la cifra monstre di 1,7 miliardi di euro. Operazione che con le offerte di DAZN e Sky per i diritti tv 2021-2024 si è arenata e non è mai stata portata a termine.

Dopo la cessione definitiva di Multiversity, Iervolino – nei giorni scorsi – ha perfezionato l’accordo quadro per un’Opa obbligata che lo ha portato, attraverso Idi Srl, a detenere il 51% di Bfc Media che fa capo a J.D. Farrods Group Luxembourg di Denis Masetti. Bfc Media è un gruppo attivo nell’informazione specializzato soprattutto nel personal business e prodotti finanziari attraverso le testate Forbes Italia, Bluerating, Robb Report, Private, Ite, Assett Class, Cosmo, Equos, Bike e Trutto&Turf.

Ora, dopo questo doppio affare, l’ingresso nel mondo del calcio con l’acquisto della Salernitana, che chiude in questo modo l’era Lotito-Mezzaroma (già terminata a dire il vero con la promozione in Serie A e la gestione del club campano da parte di un trust). A Iervolino il compito di rimettere in sesto la squadra con il mercato di gennaio, per provare a puntare a una salvezza che ora come ora appare molto complicata.