Serie A algoritmo ascolti
(Foto: Antonietta Baldassarre / Insidefoto)

Il gruppo statunitense Discovery è in trattative per un accordo per collaborare con BT Sport, in una mossa che farebbe saltare la cessione da 600 milioni della rete televisiva britannica a DAZN.

Secondo quanto riportato dal Financial Times, il gruppo Discovery, che possiede i canali Eurosport, si è offerta di creare una joint venture con il gruppo di telecomunicazioni britannico BT, con l’obiettivo di creare un soggetto importante all’interno del mondo dei diritti tv sportivi nel Regno Unito. BT Sport, tra gli altri, ha i diritti per trasmettere le partite della Premier League inglese e della Champions League nel Regno Unito, mentre Discovery ha un accordo a lungo termine per mandare in onda i Giochi Olimpici in tutta Europa.

I dirigenti di BT hanno iniziato a prendere più seriamente l’opzione di una partnership con Discovery negli ultimi due mesi, dopo che i colloqui sulla cessione dei suoi canali sportivi a DAZN, di proprietà del miliardario Sir Leonard Blavatnik, sono rimasti bloccati su dettagli commerciali.Il servizio BT Sport è legato agli abbonati alla banda larga dell’azienda, il che ha portato DAZN a chiedere garanzie sui ricavi se la piattaforma streaming dovesse acquistare i canali sportivi. BT, nel frattempo, vuole garantire che i suoi abbonati continueranno ad avere accesso ai servizi di DAZN.

La trattativa si è così arenata su questi dettagli. BT, tuttavia, ha pianificato di decidere se vendere a DAZN o collaborare con Discovery entro la fine dell’anno. Discovery sta anche cercando un accordo multimiliardario per rilevare WarnerMedia, il gruppo attualmente di proprietà di AT&T. Questa mossa, guidata dall’amministratore delegato di Discovery, David Zaslav, creerebbe la seconda società di media più grande del mondo dietro la Disney.

TUTTA LA SERIE A TIM È SOLO SU DAZN: 7 PARTITE IN ESCLUSIVA E 3 IN CO-ESCLUSIVA A GIORNATA. 29,99 EURO/MESE. ATTIVA ORA. DISDICI QUANDO VUOI

PrecedenteCandidatura EURO 2028, giorni decisivi per l’Italia
SuccessivoCessione Salernitana, scaduto il termine per le offerte