(Photo by Alex Pantling/Getty Images)

I disordini “senza precedenti” alla finale degli europei di calcio di quest’estate a Londra hanno quasi causato delle morti e rappresentano un episodio vergognoso per l’Inghilterra. È quanto denuncia un rapporto indipendente, che descrive quanto avvenuto a Euro 2020 “una vergogna nazionale”.

La foga della folla non ha risparmiato i tifosi diversamente abili: “In un incidente spaventoso – riporta il documento – un tifoso senza biglietto ha cercato di fingersi uno steward per sequestrare un bambino disabile separandolo da suo padre, al fine di entrare di straforo attraverso un cancello di passaggio”.

Il rapporto sugli incidenti dell’11 luglio allo stadio di Wembley si compone di 129 pagine. La responsabilità principale dei disordini viene imputata ai tifosi protagonisti degli scontri, mentre anche la polizia britannica sarebbe intervenuta troppo tardi. Oltre 2000 persone, si legge nel rapporto, sono riuscite ad accedere allo stadio londinese senza i biglietti per la partita Inghilterra-Italia.

Sono state inoltre riscontrate 17 “violazioni gravi” della sicurezza. Il rapporto evidenzia che, nel quadro della pandemia, i responsabili dell’ordine pubblico e della sicurezza nello stadio “non hanno compreso il vero significato della partita ed i possibili rischi”.

“La finale di Euro 2020 era potenzialmente un’occasione nazionale gloriosa che si è trasformata in un giorno di vergona nazionale”, dichiara il rapporto, secondo cui i responsabili della sicurezza sono stati sopraffatti “da un orda di persone senza biglietto e ubriache”.

Tutta la Serie A TIM è solo su DAZN: 7 partite in esclusiva e 3 in co-esclusiva a giornata. 29,99 euro/mese. Attiva Ora. Disdici quando vuoi