(Photo by Marco Luzzani/Getty Images)

«È un progresso formidabile. Sono molto felice di questo, e il sindaco e la giunta sono pienamente coinvolti». Sono parole di entusiasmo quelle rilasciate da Ivan Gazidis, amministratore delegato rossonero, intervistato da The Athletic sul tema del nuovo San Siro.

«Ci sono sempre opinioni individuali, ma direi che lo scoglio principale è stato superato. Ora passiamo a una nuova fase del progetto stadio che è quella dei disegni e dei piani di costruzione dettagliati. Questo richiede tempo con gli architetti per preparare la costruzione stessa, e ora ci siamo. È un passo avanti molto drammatico e significativo» prosegue.

Gazidis spera che sia «un modello per il resto d’Italia, una luce splendente per il resto del calcio italiano». E aggiunge: «Sono convinto che anche gli altri progetti di stadi che hanno affrontato lo scetticismo nei loro mercati locali avranno un enorme catalizzatore, una spinta enorme».

«Se guardiamo a ciò che il calcio italiano può essere, sapete che ci vuole tempo», conclude Gazidis. «Ma quello che può diventare è un campionato di calcio rinvigorito con molte squadre che giocano in strutture nuove di zecca, radicalmente ristrutturate, dove i tifosi sono davvero abbracciati, presentando un incredibile prodotto di trasmissione».

«Un campionato che è commercialmente vivo di nuovo, perché i club investiranno nelle loro operazioni commerciali quando possono vedere che quegli investimenti pagano. Per me, il lasso di tempo è da 10 a 15 anni perché questa visione diventi realtà, ma deve iniziare ora e inizierà con lo stadio di San Siro» conclude l’ad.

Tutta la Serie A TIM è solo su DAZN: 7 partite in esclusiva e 3 in co-esclusiva a giornata. 29,99 euro/mese. Attiva Ora. Disdici quando vuoi