(Photo by Shaun Botterill/Getty Images)

«Rinviare a giudizio l’ex presidente dell’Uefa Michel Platini e l’ex numero uno della Fifa Sepp Blatter per truffa»: è la richiesta del pubblico ministero della Confederazione elvetica, che depositerà le sue accuse al tribunale penale federale di Bellinzona.

Al termine delle sue indagini, il pm accusa i due ex dirigenti per truffa, o in subordine appropriazione indebita, per aver illecitamente predisposto il pagamento di 2 milioni di franchi a Michel Platini da parte della FIFA. Tra il 1998 e il 2002, Platini aveva collaborato con Blatter come consulente: nel 1999, per tale attività era stato concordato un compenso di 300.000 franchi.

Come riporta il Corriere del Ticino, Platini ha fatturato tutti i compensi pattuiti, che gli sono stati interamente versati dalla FIFA: ad oltre otto anni dalla cessazione della sua attività di consulenza, Platini ha fatto valere un credito di 2 milioni di franchi. Con il concorso di Blatter, a inizio 2011 è stato disposto un pagamento corrispondente da parte della FIFA allo stesso Platini.

Le prove raccolte dal pubblico ministero elvetico hanno rafforzato il sospetto che questo sia stato effettuato senza base legale: «Tale pagamento ha pregiudicato il patrimonio della FIFA e ha illecitamente arricchito Platini», scrive la procura federale.

Scopri TIMVISION Calcio e Sport: Serie A e Champions League in un unico abbonamento a 19,99 €/mese. Clicca qui, compila il form e ricevi maggiori informazioni