Classifica ricavi aziende italiane
Luigi Gubitosi, ad di Tim (Photo by Valerio Pennicino/Getty Images for Lega Serie A)

«I dati del 2021 mostreranno una forte crescita dell’utilizzo del digitale da parte degli italiani: la crescita è continua, e noi continueremo il nostro sforzo per migrare dal rame alla fibra». Parole di Luigi Gubitosi, amministratore delegato di TIM, intervenuto alla plenaria conclusiva del Digital Italy Summit 2021.

«Speriamo che l’arrivo dei voucher dia una ulteriore spallata al rame residuo: da parte nostra, continueremo a spingere sul decommissioning delle centrali in rame», ha detto, aggiungendo che il lavoro di Fibercop nell’arco del 2021 è stato «un grande successo che ci aspettiamo di replicare nel 2022».

«Il digitale è uno strumento fondamentale per la risoluzione dei problemi del Paese, e su questo punto il consenso è ampio e generalizzato. Il Pnrr è ben scritto e spiega chiaramente cosa bisogna fare, il tema fondamentale è come realizzarlo: siamo particolarmente entusiasti del progetto per il polo strategico nazionale, che riteniamo possa dare una sferzata al desiderio di modernità per la pubblica amministrazione», ha aggiunto.

Gubitosi ha proseguito spiegando che il livello di servizi ai cittadini dovrà necessariamente crescere. E questo, ha sottolineato, è un obiettivo raggiungibile con strumenti digitali. «Non a caso il nostro piano si chiama Beyond Connectivity: riteniamo sia importante andare oltre la pura connettività e dare servizi più completi a imprese e cittadini».

Infine, una battuta sul calcio, che «sta giocando un ruolo importante sul nostro e anche su altri network. Sarà molto importante un intervento condiviso da parte di tutti contro la pirateria, che rimane estremamente diffusa ed eticamente inaccettabile: la tecnologia c’è, stiamo lavorando molto e saremo presto pronti a fare qualche annuncio in questo senso».

TUTTA LA SERIE A TIM È SOLO SU DAZN: 7 PARTITE IN ESCLUSIVA E 3 IN CO-ESCLUSIVA A GIORNATA. 29,99 EURO/MESE. ATTIVA ORA. DISDICI QUANDO VUOI