Quanti sono gli abbonati a Dazn
(copyright: Andrea Staccioli / Insidefoto)

«Le nostre strutture avevano fatto ogni verifica sulla possibilità di avere il nostro campionato solo sulla rete, sulla banda larga. Le condizioni c’erano e ci sono. Dazn è responsabile di tutto questo». Quindi quanto è accaduto è «inaccettabile», ma con il tempo «qualcosa di meglio si è visto». Le parole di ieri del presidente della Lega Serie A Paolo Dal Pino a Radio Rai anticipano uno dei temi che sarà al centro dell’assemblea della Lega Serie A che andrà in scena oggi.

Sul tavolo c’è, infatti, un confronto con Dazn sulla situazione relativa all’audience e sull’andamento della piattaforma in generale negli ultimi weekend, dove i disservizi si sono ridotti. Non ci sarà solo Dazn, perché a dare man forte alla piattaforma ci sarà anche Publitalia, la società di Mediaset che gestisce la raccolta pubblicitaria di Dazn, con l’obiettivo di ridurre le polemiche legate agli ascolti troppo diversi tra quelli rilevati da Auditel e quelli comunicati dalla stessa Dazn, che hanno scatenato le polmeiche anche da parte di club e investitori.

Non solo, perché sullo sfondo, seppur non presente all’interno dell’ordine del giorno, resta anche il tema degli highlights da poter rimettere all’asta, dopo il no dei club degli scorsi mesi: un tema particolarmente caro a Sky, che ad oggi può trasmettere solo i gol delle partite di Serie A per il diritto di cronaca.

Sul tavolo, tra gli altri temi, il “conferimento di mandati esplorativi in via non esclusiva” per i diritti tv del campionato nell’area Medio Oriente e Nord Africa, l’approvazione del budget 2021/22, il rinnovo dell’accordo collettivo con AIC e Figc e, infine, le proposte di sponsorizzazioni per le prossime stagioni.

TUTTA LA SERIE A TIM È SOLO SU DAZN: 7 PARTITE IN ESCLUSIVA E 3 IN CO-ESCLUSIVA A GIORNATA. 29,99 EURO/MESE. ATTIVA ORA. DISDICI QUANDO VUOI