Atleti in gara sul Lago di Varese (copyright: Nick Zonna/via Onefootball)

Qual è la capitale dello sport italiano, in uno degli anni migliori della sua storia? Il Sole 24 Ore ha pubblicato l’indice di sportività 2021, una graduatoria delle province più “sportive” del Paese. La classifica è stata elaborata dalla società di consulenza PtsClas considerando diverse voci, tra cui il numero di tesserati, la qualità delle strutture sportive e i risultati di atleti e squadre di ogni provincia.

Storico risultato per Varese, che in un solo anno passa dalla 14esima alla prima posizione, traguardo mai raggiunto da una città lombarda, grazie soprattutto alla qualità delle proprie strutture sportive. Seconda posizione per Trento, premiata come provincia leader per attrattività di eventi sportivi. Terza invece Genova, che svetta negli sport di squadra “minori”. Bologna, vincitrice nel 2020, occupa ora l’11esima posizione.

Guadagnano posizioni sia Milano che Roma. Il capoluogo lombardo supera Torino, occupando la 12esima posizione, mentre la Capitale si ritrova 19esima dopo aver recuperato ben dodici posizioni. In particolare, Roma eccelle in quanto leader per “tasso di praticabilità sportiva” e per “imprese nello sport”.

Fanalini di coda le province meridionali, in particolare nelle isole, nonostante le quasi 20 medaglie conquistate a Tokyo. L’ultima posizione sulle 107 totali è occupata dal Sud Sardegna, seguita da Agrigento e Caltanissetta. Enna e Nuoro scalano invece qualche gradino avvicinandosi a Frosinone, l’ultima del Centro Italia nella graduatoria.

Indice di sportività 2021, la top 10

Qui riportata la top 10 dell’Indice di sportività 2021.

  1. Varese
  2. Trento
  3. Genova
  4. Cremona
  5. Bergamo
  6. Trieste
  7. Treviso
  8. Macerata
  9. Verbania
  10. Livorno.

Tutta la Serie A TIM è solo su DAZN: 7 partite in esclusiva e 3 in co-esclusiva a giornata. 29,99 euro/mese. Attiva Ora. Disdici quando vuoi