Barcellona ricavi costi
(Foto: Imago Images, via Onefootball)

La situazione di crisi del Barcellona potrebbe spingere il club a una modifica dello statuto societario. Come riporta Palco23, il Barça ha convocato un consiglio di amministrazione per il 17 ottobre, in cui chiederà di sospendere temporaneamente l’articolo dello statuto che stabilisce l’obbligo di dimissioni dal CdA in caso di accumulo di due anni consecutivi in perdita, o due anni con un rapporto di debito superiore a due volte l’utile operativo lordo (ebitda), fino alla restaurazione del patrimonio netto positivo.

“Questa proposta deriva dal fatto che i requisiti di riequilibrare una situazione di squilibrio finanziario entro due stagioni e mantenere una certa proporzione tra l’indebitamento netto e il livello di EBITDA è attualmente irraggiungibile”, ha dichiarato il club in un comunicato, in cui ha sottolineato che “in ogni caso, la responsabilità dei membri del consiglio di amministrazione per i risultati della loro gestione è assicurata sia dagli statuti che dai regolamenti sportivi e commerciali applicabili”.

Inoltre, il club proporrà di aumentare il numero dei membri del CdA fino a un massimo di 25, invece dei 21 attualmente stabiliti, mantenendo il numero minimo a 14. “Le molteplici attività del club e il loro progressivo aumento negli ultimi anni comportano anche a un aumento degli obblighi del consiglio di amministrazione. Pertanto, un aumento da 21 a 25 è considerato ragionevole e proporzionale per una migliore rappresentanza del club”, spiega il club.

Tutta la LaLiga Santander è su DAZN. Attiva Ora. Disdici quando vuoi