Djokovic a due match dal Grande Slam: tutti i precedenti

Con la vittoria contro l’azzurro Matteo Berrettini, Novak Djokovic approda alle semifinali dello US Open. Incontrerà il tedesco Alexander Zverev, e in caso di vittoria dovrà giocarsela contro il vincente…

Djokovic Grande Slam

Con la vittoria contro l’azzurro Matteo Berrettini, Novak Djokovic approda alle semifinali dello US Open. Incontrerà il tedesco Alexander Zverev, e in caso di vittoria dovrà giocarsela contro il vincente della sfida tra Daniil Medvedev e Felix Auger-Aliassime.

Per tutti c’è in palio il titolo, ma per il serbo si tratta di molto di più: in caso di vittoria domenica sera, Djokovic completerebbe il Grande Slam, oltre che superare Federer e Nadal diventando il tennista con il maggior numero di slam vinti.

Nel gergo tennistico, il termine Grande Slam si riferisce alla vittoria di tutti e quattro i tornei dello slam nello stesso anno. Questi storici tornei sono:

  • Australian Open – cemento
  • Open di Francia (Roland Garros) – terra battuta
  • Wimbledon (The Championship) – erba
  • US Open (Flushing Meadows) – cemento.

Aggiudicarsi uno di questi tornei non è impresa per tutti, vincerli tutti nello stesso anno è leggendario. Nella storia, soltanto cinque tennisti ci sono riusciti, due uomini e tre donne. Il primo di sempre fu Don Budge, nel 1938, seguito da Maureen Connolly nel 1953.

A scrivere la storia fu però Rod Laver: il tennista australiano riuscì a compiere l’impresa in ben due occasioni, nel 1962 e nel 1969. Tuttavia, dopo di lui nessun altro uomo ha raggiunto il leggendario traguardo: ben 52 anni di attesa, che Djokovic ha la possibilità di resettare.

[cfDaznWidgetSerieA]

Per le donne vi sono state invece Margaret Smith Court nel 1970 e soprattutto la leggenda Steffi Graf nel 1988, anno dell’ultimo Grande Slam (33 anni fa). Graff, tra l’altro, è anche l’unica atleta che ha portato a casa il “Golden Slam”, termine coniato per celebrare la sua vittoria del Grande Slam insieme all’oro olimpico di Seul 1988. Impresa che molti davano già per certa anche a Djokovic, dato che Olimpiadi e US Open si sarebbero giocati sulla sua superficie preferita, il cemento.

A rovinare i sogni di gloria del serbo, a Tokyo, fu proprio Alexander Zverev. Le strade dei due talenti si incrociano nuovamente: riuscirà Djokovic a prendersi la rivincita contro il tedesco? Nel caso in cui ci riuscisse, sarà in grado di completare l’opera e di portare a casa l’ultimo tassello per completare il quadro di una straordinaria carriera?