L'ad della Serie A, Luigi de Siervo (copyright: Giuseppe Fama/via Onefootball)

La Lega Serie A si esprime negativamente rispetto alla ventilata introduzione del Mondiale di calcio ogni due anni. «La storia e la tradizione del Mondiale ogni quattro anni, come le Olimpiadi, non può essere cancellata senza valutare gli impatti negativi di un simile cambiamento», ha detto l’ad Luigi De Siervo.

«Dopo la battaglia contro la Superlega, tutte le Leghe mondiali membri del World Leagues Forum si sono espresse compatte contro questo nuovo attacco all’integrità sportiva dei nostri campionati», ha sottolineato De Siervo dopo la riunione del World Leagues Forum.

«Questa proposta cerca solo di garantire alla Fifa nuove date da sfruttare commercialmente in danno dell’interesse dei tifosi, dei campionati nazionali, dei club che, è bene ricordarlo, sono gli unici a pagare le prestazioni sportive dei vari calciatori», ha aggiunto.

«L’attuale equilibro tra competizioni nazionali, internazionali, la World Cup e i Campionati Europei rappresenta un eccellente punto di sintesi tra gli interessi di tutti gli stakeholder coinvolti. Non va inoltre dimenticato che pochi atleti, circa l’1%, vedrebbero un incremento degli impegni sportivi con conseguente rischio infortuni, mentre la stragrande maggioranza subirebbe il fermo attività, con tutto quello che comporta nella difficoltà di mantenersi in forma senza partite», il pensiero dell’ad della Serie A.

«Rigettiamo, quindi, l’idea che si debbano cambiare i format o che debbano essere introdotte nuove competizioni perchè inflazionerebbero di date un calendario già troppo compresso», ha concluso.

Tutta la Serie A TIM è solo su DAZN: 7 partite in esclusiva e 3 in co-esclusiva a giornata. 29,99 euro/mese. Attiva Ora. Disdici quando vuoi