Romelu Lukaku, uno dei top player ad aver lasciato la Serie A (copyright: Mark Leech/via Onefootball)

Nelle ultime ore si sono chiuse tutte le finestre di mercato dei principali campionati europei. Tanti le trattative e i colpi che hanno incollato i tifosi ai cellulari o ai canali dedicati, in quello che nonostante tutto è stato uno dei mercati più “poveri” degli ultimi anni: dalle stelle del Paris Saint-Germain al ritorno di Ronaldo a Manchester, passando per l’addio di Lukaku, finendo con il colpo Mbappé sfiorato dal Real Madrid.

In termini di campioni, dei primi cinque campionati del Vecchio Continente quello che sembra aver perso più di tutti è proprio la Serie A. Lukaku e Cristiano Ronaldo su tutti, ma come dimenticare calciatori del calibro di Hakimi, De Paul, Romero: tutti votati tra i migliori giocatori della scorsa stagione, ma che non calcheranno i nostri campi il prossimo anno avendo accettato al richiamo dell’estero.

Eppure, secondo i dati di Transfermarkt, il campionato italiano rimane il secondo dal valore maggiore dietro l’irraggiungibile Premier League. Sommando i valori delle rose delle 20 partecipanti, la Serie A “vale” 4,8 miliardi di euro totali: quasi la metà rispetto alla Premier League, ma più di Liga, Bundesliga e Ligue 1. Situazione singolare, visto l’andamento del mercato.

Una possibile spiegazione può essere fornita dagli eventi occorsi sul campo durante l’estate, in particolare dalla vittoria azzurra a Euro 2020. La maggior parte dei giocatori della Nazionale di Mancini gioca proprio in Serie A, e un traguardo di così alto livello non può che aver fatto rivedere al rialzo le stime del valore dei campioni d’Europa.

In ogni caso, l’addio dei grandi campioni ha per forza di cose abbassato il valore complessivo del nostro campionato: in totale, la Serie A 2021/22 vale l’1% rispetto alla Serie A della chiusura del calciomercato estivo 2020. Stesso discorso per la Liga spagnola, che perde lo 0,9%, mentre la Premier League sorride guadagnando l’1%. Bene anche la Bundesliga, che cresce del 2,3%.

Senza sorprese, in ogni caso, a sorridere più di tutti è la Ligue 1: il valore totale del massimo campionato francese è cresciuto di quasi mezzo miliardo di euro in un anno, assestandosi sui 3,55 miliardi di euro. Una crescita del 17%, spiegata in grandissima parte dalla faraonica campagna acquisti del Paris Saint-Germain, che pesa per un terzo sul valore totale della Ligue 1, con nuovi acquisti nell’estate 2021 dal valore di circa 301 milioni di euro.

15-ott-20 01-set-21 Variazione
Premier League 8.429,2 8.516,1 1,0%
Serie A 4.857,2 4.810,2 -1,0%
Liga 4.808,0 4.766,4 -0,9%
Bundesliga 4.051,8 4.143,2 2,3%
Ligue 1 3.030,9 3.546,7 17%

(Valori in milioni di euro. Fonte: transfermarkt.it)

Tutta la Serie A TIM è solo su DAZN: 7 partite in esclusiva e 3 in co-esclusiva a giornata. 29,99 euro/mese. Attiva Ora. Disdici quando vuoi