Serie A pubblico stadi
Tifosi allo stadio (Copyright: Massimo Paolone/LaPresse via Onefootball)

Il calcio italiano si appresta a far cominciare la stagione 2021/22, ma vige ancora l’incertezza assoluta sull’esatto numero di persone che potranno assistere alle partite. La strada, al momento, è quella del 50%, anche se bisognerà attendere la risoluzione del nodo distanziamento.

Nelle ultime due stagioni, l’assenza del pubblico ha privato i club di 426 milioni di euro di entrate complessivi, a cui si aggiungono il calo dei ricavi commerciali e gli sconti chiesti da sponsor e televisioni, in nome del fatto che un calcio senza pubblico dal vivo ha meno appeal.

Di questi 426 milioni, 108,2 milioni derivano dal 2019/20, mentre i restanti 317,9 milioni dalla stagione successiva. Come riporta Repubblica, nella sezione Affari e Finanza, le proiezioni della Lega Serie A per il prossimo campionato parlano di 9 milioni di euro a giornata nelle casse dei club, per un totale di 342 milioni fino a maggio.

Tuttavia, non tutte le squadre verrebbero penalizzate allo stesso modo. Alla luce della capienza media delle ultime stagioni, l’Inter lascerebbe fuori da San Siro addirittura 22.000 spettatori, contro i 18.000 della Juventus (unica “in regola” con la questione distanziamento, almeno per il momento) e 15.000 del Milan. Proiezioni meno negative per Roma e Lazio: le due romane lascerebbero a casa, rispettivamente, 4.000 e 2.000 tifosi ogni giornata.

Tutto questo considerando che, secondo Deloitte, in Italia le entrate da stadio aiutano i bilanci delle società calcistiche meno che in altri campionati. «Data la storica mancanza di investimenti negli stadi italiani, e quindi ricavi da matchday relativamente bassi, in termini assoluti la diminuzione dei ricavi da stadio è stata quasi la metà di quella registrata da Premier League e La Liga, e un terzo del calo rispetto alla Bundesliga» spiega la società di consulenza.

Tutta la Serie A TIM è solo su DAZN: 7 partite in esclusiva e 3 in co-esclusiva a giornata. 29,99 euro/mese. Attiva Ora. Disdici quando vuoi