Una bandiera del Real Madrid davanti al Bernabeu (foto Adam Davy via Onefootball)

Il Real Madrid ha reso noto il bilancio della stagione 2020/21. Il club ha registrato entrate per 653 milioni di euro (715 milioni la stagione precedente), presentando un EBITDA di 179,6 milioni, in linea con il risultato del 2019/20.

Il club chiude l’esercizio con un utile di 874.000 euro, nonostante gli effetti della pandemia: si tratta del secondo anno consecutivo in cui il Real è riuscito a evitare il rosso, dopo i 320.000 euro della stagione precedente, pur rimanendo lontanissimi rispetto ai 38,4 milioni del 2018/19.

I Blancos stimano che le perdite generate dalla situazione sanitaria ammontino a 300 milioni di euro da marzo 2020, sottolineando che gli effetti della pandemia sono stati registrati lungo tutto l’arco della stagione 2020/21, provocando cali drastici nelle entrate da stadio, diritti televisivi e altre attività commerciali.

Buone notizie sul fronte debiti: l’indebitamento netto del club è calati di quasi 200 milioni di euro rispetto all’esercizio 2019/20, passando da 241 milioni ai 46 milioni di euro attuali. Il patrimonio netto, infine, è in leggero aumento rispetto alla stagione precedente, assestandosi sui 534 milioni di euro (533 milioni nei due esercizi precedenti).

Il club sottolinea che i risultati commerciali sono stati presentati senza tenere in considerazione il progetto di rimodellamento del Santiago Bernabeu, per la cui ristrutturazione il Real ha concordato un prestito di 575 milioni di euro per un periodo di 30 anni, con un tasso di interesse fisso del 2,5%.

Attiva ora DAZN in offerta speciale fino al 28 luglio per 14 mesi a a 19,99€ al mese, invece di 29,99€ al mese

PrecedenteRicorso bocciato, Serie B a rischio per il Chievo
SuccessivoFormula Uno, Gran Premio Gran Bretagna in streaming: dove vedere la gara live