Tim Sky Antitrust
Una telecamera sul campo di calcio (Foto: Insidefoto.com)

Tim ha deciso di muoversi contro Sky sulla Serie A, e ora toccherà all’Antitrust fare da arbitro sulla vicenda. Come riporta Il Sole 24 Ore, la telco si è rivolta all’Autorità con una segnalazione nella quale l’indice è puntato contro la pay-tv di Comcast e la sua campagna di inizio maggio e per gli abbonati Sky Calcio.

«Al momento, il contesto dei diritti tv della Serie A rimane di grande incertezza ed abbiamo così pensato ad alcune iniziative», scriveva Sky, spiegando per questo di aver «deciso di azzerare il costo del pacchetto Sky Calcio per tre mesi, dal 1° luglio al 30 settembre».

L’azienda – spiega il quotidiano – ha così segnalato all’Agcm una comunicazione ritenuta ingannevole quando parla di «grande incertezza» visto che da fine marzo è diventata chiara a tutti l’assegnazione dei diritti per la Serie A a Dazn.

Una mossa che, secondo Tim, avrebbe soltanto creato confusione fra i clienti Sky, disorientandoli rispetto all’eventuale scelta di passare a Dazn o anche a una Tim che nell’operazione ha investito 350 milioni a stagione, sugli 840 messi sul piatto da Dazn.

«Sky, preso atto dell’apertura di un procedimento dell’Autorità è fiduciosa di aver agito nel pieno interesse dei clienti. La campagna informativa messa in campo era infatti volta a dare agli abbonati comunicazioni tempestive e trasparenti, con congruo anticipo rispetto all’avvio del campionato di Serie A della stagione 2021/22», ha commentato l’emittente a Il Sole 24 Ore.

«La campagna includeva informazioni riguardo i nuovi contenuti calcistici disponibili per gli abbonati Sky, tra cui la Serie Bkt, la Bundesliga, la Ligue 1 e le tre partite a giornata di Serie A, oltre all’impegno di azzerare, per i mesi di luglio, agosto e settembre, il costo del Pacchetto Calcio, sia per gli abbonati esistenti sia per i nuovi abbonati», conclude la nota.

GUARDA EURO 2020 IN STREAMING SU NOW. CLICCA QUI E SCOPRI L’OFFERTA GIUSTA PER TE