Serie A femminile riforma
(Foto: Alberto Gandolfo, via Onefootball)

Il Consiglio Federale della FIGC che si è tenuto nella giornata di oggi ha approvato la riforma dei campionati proposta dalla Divisione Calcio Femminile, che andrà a regime a partire dalla stagione 2022/2023.

Si tratta di una novità importante nell’ottica di aumentare la qualità delle competizioni e favorire il passaggio al professionismo. La riforma prevede una Serie A a 10 squadre e una Serie B a 16 squadre, con una formula di svolgimento dei campionati che ha l’obiettivo di essere sempre più avvincente e appassionante.

Del tema professionismo, Calcio e Finanza ne ha parlato con il presidente della Divisione Calcio Femminile della FIGC Ludovica Mantovani, che si è così espressa: «Si tratta di un passo epocale, nel momento in cui è arrivata la delibera del Consiglio federale abbiamo avuto una data per lo sport professionistico femminile».

«Tanti cambiamenti stanno avendo luogo e tanti ce ne saranno, a cominciare da licenze nazionali molto più stringenti. Sarà necessario introdurre nuove figure professionali e lavorare sempre di più sulle strutture. Con il prossimo Consiglio federale (andato in scena oggi, ndr) ci saranno anche nuove proposte di format, c’è molta attenzione», le parole di Mantovani.

SCOPRI LE NUOVE OFFERTE DI SKY PER LA STAGIONE 2021/2022. CLICCA QUI E COMPILA IL FORM SUL SITO DI SKY PER AVERE TUTTE LE INFO SU CALCIO, SPORT E INTRATTENIMENTO