Real Madrid Wanda Metropolitano
(Foto Pressinphoto/Shutterstock, via Onefootball)

Con i lavori del Santiago Bernabeu ancora non conclusi, il Real Madrid potrebbe trasferirsi per qualche partita a casa dei cugini. Come riporta Marca, i Blancos hanno chiesto di poter giocare le prime partite della prossima stagione al Wanda Metropolitano, stadio costruito dall’Atletico Madrid.

Il Real Madrid manca dal Bernabeu dal 2 marzo 2020, e alla luce delle sfide a porte chiuse dovute alla pandemia ha deciso di disputare le partite allo stadio Alfredo Di Stefano (struttura parte del centro sportivo a Valdebebas), al fine di accelerare le tempistiche dei lavori nello stadio principale e di non bloccare le operazioni con la disputa dei match della prima squadra.

Tuttavia, con la prossima stagione i tifosi potrebbero tornare gradualmente a riempire gli impianti da gioco, e la soluzione del Di Stefano non permetterebbe l’accesso a un numero adeguato di spettatori (attualmente la capienza è pari a 6.000 posti).

Le buoni relazioni tra le due società, al di là della rivalità sportiva, potrebbero facilitare il raggiungimento dell’accordo, tanto che lo stesso Atletico aveva già offerto di aprire le porte del Wanda ai Blancos. «Siamo a disposizione del Real Madrid», aveva dichiarato Enrique Cerezo, presidente dell’Atletico, dopo il primo lockdown in Spagna.

Non c’è ancora una data per il ritorno del Real Madrid nello stadio rinnovato, ma l’obiettivo è il rientro tra settembre e ottobre del 2021. Considerando che la Liga spagnola inizierà il 13 agosto, le Merengues hanno già chiesto alla lega di giocare il maggior numero di partite possibile in trasferta nel primo mese.

SCOPRI LE NUOVE OFFERTE DI SKY PER LA STAGIONE 2021/2022. CLICCA QUI E COMPILA IL FORM SUL SITO DI SKY PER AVERE TUTTE LE INFO SU CALCIO, SPORT E INTRATTENIMENTO