Spezia restyling stadio
(Andrea Staccioli / Insidefoto)

Lo Spezia Calcio ha comunicato che la famiglia Platek, a soli tre mesi dal suo arrivo, ha deciso «per una svolta epocale nel panorama sportivo spezzino, volta a consegnare allo Spezia Calcio e alla città uno stadio all’avanguardia, con un investimento che si aggirerà intorno ai 15 milioni di euro, realizzato grazie all’efficace sinergia con il Sindaco, le autorità locali e gli organi competenti».

In accordo con il Comune della Spezia, il Club di via Melara «è lieto di comunicare di aver affidato il progetto di ristrutturazione dello stadio “Alberto Picco” alla società GAU Arena dell’architetto Gino Zavanella, con un’esperienza pluridecennale nella progettazione di strutture per lo sport e non solo, capace di creare impianti unici e sostenibili, moderni e sicuri», prosegue la nota del club ligure.

Il progetto avrà durata triennale, con una prima fase che avrà immediatamente inizio con la progettazione e la ristrutturazione della “Curva Piscina”, mentre le ultime due fasi avranno inizio al termine del campionato 2021/2022, quando il focus della ristrutturazione si sposterà sulla Tribuna dell’impianto di viale Fieschi.

Il nuovo “Alberto Picco”, conclude la società, «rispetterà pienamente i criteri infrastrutturali richiesti per la partecipazione al campionato di Serie A e si rivelerà all’altezza del prestigio e dell’ambizione dello Spezia Calcio, determinato a garantire la miglior esperienza possibile ai propri tifosi per continuare a volare insieme verso un futuro radioso e ricco di soddisfazioni».

Nel frattempo, il nuovo management societario sta lavorando in vista della nuova stagione: dopo l’addio al ds Mauro Meluso, è previsto tra domani e sabato un incontro decisivo tra la proprietà e l’allenatore Vincenzo Italiano.

GUARDA IL GRANDE SPORT DI SKY IN STREAMING SU NOW. CLICCA QUI E SCOPRI L’OFFERTA GIUSTA PER TE