Arsenal e Liverpool, due delle società controllate dagli americani in Premier League (copyright: Julian Finney/via Onefootball)

Gesto simbolico, ma di profonda rilevanza, in arrivo nel mondo del calcio inglese. Come riporta il Times, i proprietari americani di Liverpool, Arsenal e Manchester United pagheranno di tasca loro le multe comminate dalla UEFA nei confronti dei club inglesi che avevano aderito al progetto Superlega.

Tutte le proprietà statunitensi hanno dichiarato che pagheranno le multe UEFA, e anche il Tottenham potrebbe unirsi al gruppo, dopo che un rappresentante della società ha affermato che “qualsiasi multa sarà responsabilità dei proprietari”, spiega il Times.

Al momento non è chiaro se anche le proprietà di Manchester City e Chelsea faranno lo stesso. Il gesto di pagare personalmente la multa può essere letto come un tentativo delle proprietà di ricucire, per quanto possibile, il rapporto con i propri tifosi, messo a durissima prova dagli eventi delle ultime settimane.

I supporter di Arsenal e Manchester United sono addirittura scesi in piazza per chiedere agli americani di lasciare il club, accusandoli (tra le altre cose) di essere troppo distanti dal calcio e dalla passione della piazza.