Ibrahimovic ristorante zona rossa
Zlatan Ibrahimovic, attaccante del MIlan (Photo Image Sport / Insidefoto)

Zlatan Ibrahimovic al ristorante nonostante la zona rossa. E’ quanto rivelato da FanPage, che ha documentato come l’attaccante rossonero sia stato pizzicato in un locale di Milano nonostante la zona rossa (in vigore fino a ieri, domenica 11 aprile), nella quale è vietata l’apertura delle attività di ristorazione con servizio al tavolo. Le foto riportate da FanPage risalgono infatti alla giornata di ieri, intorno alle 13:30.

La fonte parla anche di un pranzo da 300 euro a testa presso il ristorante “Tano passami l’olio”, al quale ha partecipato anche l’ex terzino del Milan Ignazio Abate. Lo chef del ristorante, in ogni caso, prova a difendersi dalle accuse, parlando di incontro tra amici e smentendo il pranzo.

“Ibra, Ignazio con un altro amico carissimo sono venuti a trovarmi, siamo stati lì un paio d’ore e poi se ne sono andati a casa. È stata una cosa tra amici, normali, siamo amici e noi ogni tanto ci vediamo da me se non ci vediamo da altri amici. Non hanno pranzato, da amici abbiamo bevuto un bicchiere di vino”, ha spiegato.

Tuttavia, quando gli è stato fatto notare che il suo ristorante, come gli altri locali, sarebbe dovuto rimanere chiuso per via delle restrizioni legate alla pandemia, lo chef si sarebbe scagliato contro i giornalisti: “Ma quale cazzo di pandemia, ma la smettete di rompere i cog… con sta pandemia?”.

Secondo indiscrezioni, quanto accaduto nel ristorante sarebbe stato un incontro privato di lavoro con un numero limitato di persone. Ibrahimovic non avrebbe pranzato sul posto, ma si sarebbe fermato per poco più di un’ora per discutere di affari.

GUARDA IL GRANDE SPORT DI SKY IN STREAMING SU NOW. CLICCA QUI E SCOPRI L’OFFERTA GIUSTA PER TE