Premier League spesa agenti
(Copyright: Catherine Ivill, via Onefootball)

Il Derby County cambia proprietà. La squadra allenata da Wayne Rooney, attualmente 18esima in Championship, verrà acquistata dalla No Limit Sports, in mano all’uomo d’affari spagnolo Erik Alonso, dopo essere stata di proprietà dell’inglese Mel Morris.

La notizia rimarca una tendenza in atto da diverso tempo nei due principali leghe calcistiche d’Oltremanica: meno del 30% dei club tra Premier League e Championship è in mano a proprietà inglesi. Dei 44 club tra i due campionati, soltanto 13 sono controllati da società o figure nazionali.

Solo una tra le big six è controllata da inglesi, ovverosia il Tottenham (in mano a Joe Lewis, patron dell’ENIC Group già azionista di maggioranza anche del Vicenza a fine anni ’90): Arsenal, Liverpool e Manchester United sono di proprietà americana, il Manchester City emiratina, il Chelsea russa.

La nazionalità inglese rimane comunque quella più diffusa, in termini relativi, seguita da quella americana (10 club) e cinese (5 club). Due le proprietà italiane, il Watford dei Pozzo e il Leeds di Radrizzani, così come due sono i club in mano a proprietà russe (Chelsea e Bournemouth), a proprietà thailandesi (Leicester e Sheffield Wednesday) e a proprietà malesiane (Cardiff e Queens Park Rangers).