La Camera Giudicante dell’Organismo di Controllo Finanziario dei Club UEFA (CFCB) ha preso una decisione nel caso Besiktas, a proposito del mancato rispetto da parte del club turco dei requisiti di monitoraggio definiti nei Regolamenti UEFA per le licenze per club e del Fair Play Finanziario.

Lo riporta la stessa UEFA in una nota ufficiale, spiegando che – nel caso di specie – il Besiktas non è riuscito a soddisfare i requisiti sul pagamento dei debiti scaduti entro i termini prestabiliti.

La Camera Giudicante del CFCB ha deciso pertanto di applicare una sanzione pari al 15% dei ricavi che il club avrebbe diritto a ricevere dalla sua partecipazione alle competizioni UEFA nella stagione 2021/2022 a meno che il Besiktas non sia in grado di dimostrare (entro il 30 giugno 2021) di aver pagato gli importi individuati come debiti scaduti al 30 settembre 2020.

Questa decisione può essere appellata al Tribunale Arbitrale dello Sport, in conformità con l’Articolo 34 (2) delle Regole procedurali che disciplinano l’Organismo di Controllo Finanziario dei Club UEFA , nonché gli Articoli 62 e 63 dello Statuto UEFA.