Serie A vaccini
(Foto Andrea Staccioli / Insidefoto)

Cvc, Advent e Fsi «hanno un approccio assolutamente neutrale rispetto all’assegnazione dei diritti e accoglieranno qualsiasi scelta verrà compiuta. Al contrario, auspicano che la scelta venga compiuta celermente».

E’ questo il messaggio che i fondi di private equity in campo per l’eventuale ingresso nella media company della Serie A hanno lanciato attraverso una fonte comune a proposito della partita aperta per i diritti televisivi del massimo campionato italiano, che vede contrapposte Sky e Dazn.

«Il consorzio è concentrato e interessato su un’operazione strategica e di lungo termine, per arricchire le competenze della Serie A. I fondamentali su cui si è basata questa proposta, che hanno portato ad una delibera di 20 a 0 a favore dell’operazione, non sono cambiati», fa sapere la fonte all’ANSA.

«Proprio per questo, i fondi hanno un approccio assolutamente neutrale rispetto all’assegnazione dei diritti, e accoglieranno qualsiasi scelta verrà compiuta. Al contrario, auspicano che la scelta venga compiuta celermente, per tornare a concentrarsi sulla partnership strategica e di lungo periodo in un clima più disteso e non inquinato dalle contrapposizioni sull’assegnazione dei diritti, che nulla hanno a che fare con i fondi», si conclude il messaggio.