Il gol di Rodrigo Becao in Milan-Udinese (Photo Image Sport / Insidefoto)

La seconda puntata del Festival di Sanremo, andata in onda ieri sera, non colpisce come la prima. Lo dimostrano gli ascolti questa mattina, che rivelano un calo rispetto al debutto dell’edizione numero 71. Cosa ha influito nella flessione? Sicuramente per il direttore di Rai1, Stefano Coletta, è stata in buona parte la Serie A: “Il calcio ha coinciso con la settimana sanremese, le partite hanno influito nella riduzione. Evidentemente chi ha seguito la prima serata si è spostato su altri canali”.

“Il declino di 4,5 punti coincide perfettamente con le partite andate in onda in quella fascia oraria cumulando il 4,52 che è il dato di riduzione del Festival”, ha aggiunto. “Quest’anno tanto calcio coincide con la settimana di Sanremo e ieri i quattro punti e mezzo in meno del festival sono l’esatta percentuale registrata dalle sei partite andate in onda su Sky”.

Tuttavia per Coletta i dati relativi agli ascolti non sono comparabili con il passato o almeno non sono il primo pensiero dell’azienda, visto il contesto in cui l’Italia si trova: “Diversamente dagli altri anni non è il dato contabile che aspettiamo ogni mattina, è più l’orgoglio di essere riusciti a fare servizio pubblico”.

Per il dirigente Amadeus e Fiorello hanno realizzato “un racconto da apprezzare per quello che non stiamo vivendo” perché l’obiettivo raggiunto è quello di “essere riusciti a fare tutto ciò che per mesi e mesi l’azienda ha costruito seguendo i protocolli per tutelare la salute di tutti”.

SERIE A, CHAMPIONS LEAGUE ED EUROPA LEAGUE: SCOPRI LE NUOVE OFFERTE DI SKY CLICCA QUI E COMPILA IL FORM[/cta-acros