Serie A ricavi diritti Tv
(foto Matteo Gribaudi/Image)

Dal Pino stadi – Prosegue il lavoro del presidente della Serie A Paolo Dal Pino per il rinnovamento del massimo campionato italiano. Uno sforzo dietro le quinte, che ieri ha visto il numero uno della Lega intervenire per la terza volta in commissione parlamentare tornando sul tema caro a molti club: gli stadi.

Come riportato dalla Gazzetta dello Sport, Dal Pino, dati alla mano, ha evidenziato l’importanza di snellire al più presto i passaggi burocratici per ristrutturazioni o riqualificazioni degli impianti, mostrando pure come in Italia si sia anni luce indietro rispetto ai competitor internazionali.

In commissione sono intervenuti anche Mauro Balata (presidente della Lega Serie B), Francesco Ghirelli (presidente della Lega Pro) e Massimo Ciaccolini per la LND, che hanno fatto presenti le tante difficoltà economiche dovute anche al calo degli sponsor.

«In Italia i tempi medi per costruire un nuovo impianto variano tra gli 8 e i 10 anni, in Europa ne servono solo 2 o 3. Parliamo di un ritardo epocale, abbiamo una complessità enorme, servono 7 fasi di autorizzazioni e all’estero invece 2/3», aveva detto solo pochi giorni fa Dal Pino, intervenuto su Radio Deejay.

«I nuovi stadi garantirebbero nuove occupazioni a livello lavorativo e anche maggiore sicurezza, oltre a nuove entrate fiscali per lo stato. Non capisco perché non si segua questo procedimento virtuoso», aveva aggiunto ancora.

«L’esempio di Firenze è emblematico. Era partito con entusiasmo e invece ci dobbiamo nascondere dietro a complessi burocratici. L’Italia ha bisogno di creatività ed energie, dobbiamo rinnovarci e lavorare insieme. Se vogliamo avere energie, non le otteniamo con i “no” o senza dialogo», aveva concluso Dal Pino.