quanto guadagna galliani Monza
Adriano Galliani (foto Ac Monza)

Adriano Gallianiè il dirigente sportivo più noto mentre Stefano Domenicali, da gennaio presidente della Formula 1, è quello più apprezzato. 

Il dato emerge dalla Ricerca Sponsor Value di StageUp e Ipsos. Sul podio della notorietà, a fianco dell’attuale AD del Monza, il Presidente del CONI Giovanni Malagòeil Ministro dello Sport Vincenzo Spadafora. La classifica del gradimento vede al primo posto il neo AD della F1 Stefano Domenicali, seguito a distanza dal Presidente della Lega Basket Umberto Gandini e della Lega Volley Massimo Righi. Solo il 24% degli italiani conosce la Legge di Riforma dello Sport.

A partire da quest’anno Sponsor Value, la ricerca demoscopica continuativa che dal 2001 StageUp e Ipsos realizzano sull’impatto di comunicazione dei principali eventi sportivi, dedicherà un approfondimento di fine anno su: (I) notorietà e gradimento dei dirigenti sportivi;(II) conoscenza da parte degli italiani del tema sportivo/istituzionale che, nel corso dell’anno, ha raccolto il maggior interesse: nel 2020 la Legge di Riforma dello Sport.

La rilevazione, realizzata dal 5 al 12 novembre 2020, vede al 1° posto per notorietà tra i dirigenti sportivi l’attuale AD del Monza Adriano Galliani(conosciuto dal 64%degli interessati allo sport), seguito dal Presidente del CONI Giovanni Malagò(56%) e dal Ministro dello Sport Vincenzo Spadafora (53%). A seguire il membro del CIO Franco Carraro(38%), il Presidente della Federbasket ed ex Presidente del CONI Gianni Petrucci(32%), il neo AD della F1 Stefano Domenicali(28%), il Presidente della Federcalcio Gabriele Gravina(26%), il Presidente della Lega Calcio Serie A Paolo Dal Pino(10%) e i Presidenti della Lega Basket Serie A e Lega Volley Serie A, Umberto Gandinie Massimo Righi, entrambi con l’8%.

Considerando il gradimento la classifica viene stravolta. È Stefano Domenicali il manager sportivo più apprezzato: il 35% degli interessati esprime nei suoi confronti un voto compreso tra 8 e 10; il 40% tra 6 e 7. Considerando coloro che esprimono un voto almeno sufficiente, dietro a Domenicali, figurano poi nell’ordine: Umberto Gandini(il 66%esprime un voto più che sufficiente), Massimo Righi (65%), Gianni Petrucci(60%), Gabriele Gravina(59%), Adriano Galliani(57%), Giovanni Malagò(56%), Vincenzo Spadafora(54%), Paolo Dal Pino(52%), Franco Carraro(48%).

Solo il 24% degli italiani intervistati ha dichiarato di essere  al corrente  della Legge di Riforma. Tra coloro che la conoscono il 64% la giudica molto positivamente o positivamente.