Come le prime misure restrittive hanno messo in crisi il mondo del calcio e delle scommesse: il secondo DPCM non ferma lo sport.
Il progetto del nuovo San Siro di Manica-Sportium

Sondaggio San Siro – «Inutile». Così i milanesi hanno definito il nuovo San Siro. E’ la posizione che emerge dal sondaggio «Milano verso le elezioni 2021» (effettuato durante la prima settimana di dicembre), condotto dalla Swg e commissionato dall’imprenditore del settore immobiliare Roberto Losito, i cui risultati sono stati riportati dal Corriere della Sera.

La domanda sul progetto del nuovo stadio di Milan e Inter era: «Quanto ritiene sia utile un nuovo stadio, moderno e polifunzionale, in linea con gli stadi dei principali club europei?». Il 51% degli intervistati ha risposto «inutile». Una posizione chiara e resa ancor più netta (sale al 57%) se si aggiunge chi ha risposto «dannoso». I contrari sono nettamente superiori ai favorevoli che si fermano al 35%.

Un’opinione che, incrociata con l’orientamento politico, risulta trasversale: dicono no allo stadio anche il 57% di coloro che si dichiarano elettori del Pd.

A proposito di politica, dal sondaggio emerge un giudizio positivo su Sala: il 65% del campione giudica «efficace» il suo operato, compresa una quota tutt’altro che irrilevante di elettori del centrodestra. Al sindaco viene riconosciuta un’efficacia nella gestione dell’emergenza Covid praticamente pari a quella del presidente del Consiglio Giuseppe Conte e sensibilmente superiore a quella del presidente della Regione Attilio Fontana. Sul fronte opposto, risulta piuttosto netta la bocciatura del suo «rapporto con le periferie»: secondo il 62% degli intervistati, infatti, Sala «ha privilegiato il centro».