(foto Parma Calcio)

Krause ParmaKyle Krause cambia vita per il Parma. Come riporta il Financial Times il miliardario americano, proprietario della catena di negozi di benzina e minimarket Kum & Go, si sta ritirando dall’attività di famiglia per gestire il Parma, acquisito a settembre. Krause rimarrà l’unico proprietario del Krause Group, con sede in Iowa, ma passerà le redini della gestione di Kum & Go a suo figlio Tanner il 1 gennaio.

Krause è l’ultimo di una serie di investitori statunitensi che investono nel calcio italiano, dopo Friedkin, che ha acquistato la Roma ad agosto, e Rocco Commisso, che ha acquisito la Fiorentina lo scorso anno. Il numero uno dei Ducali, che ha acquistato la società gialloblu con una valutazione superiore a 100 milioni di euro, incoraggiato dall’interesse delle società di private equity a rilanciare la Serie A, ha così parlato del massimo campionato italiano.

“La Serie A era il campionato numero uno al mondo. Ora è terzo, forse quarto. Penso che potremmo risalire al secondo posto, sarà difficile superare la Premier League, forse a causa della lingua inglese, ma il tempo lo dirà“, ha detto Krause.

E sul suo contributo al massimo campionato italiano Krause spiega: “Gli altri proprietari non hanno ancora cercato il mio contributo sulle decisioni per rendere migliore la Serie A. Spero di portare una prospettiva di business e una prospettiva esterna che possa aggiungersi alla conversazione che gli altri proprietari stanno avendo”.

Il presidente del club emiliano ha parlato anche della Superlega. “E” un progetto che potrebbe tradursi in una vittoria a breve termine per le grandi squadre di calcio, ma se i campionati nazionali diventano non competitivi, penso che alla fine sia meno interessante per i tifosi.

Chiosa finale sull’impatto con l’Italia: “Sto rispolverando il mio italiano (viste le origini italiane). Mentre cammini per strada, hai queste divertenti interazioni con i fan. La gente per strada si ferma, anche se sta andando in bicicletta, per farsi una foto”.

1 COMMENTO