Bundesliga diritti Tv esteri

Bundesliga diritti Tv esteri – Oltre 20 società di private equity sarebbero interessate a investire 300 milioni di euro nei diritti televisivi internazionali della Bundesliga. Lo riporta il Financial Times, sulla scorta della rivelazione di Bloomberg, secondo cui dopo la Serie A, i fondi d’investimento avrebbero messo gli occhi anche sul calcio tedesco.

Bloomberg aveva infatti riferito che Advent International, BC Partners, Bain Capital, Cvc Capital Partners, General Atlantic e KKR & Co avessero mostrato interesse nell’acquisizione di una quota di minoranza in Bundesliga International, la società che gestisce la vendita dei diritti tv all’estero per le due massime serie calcistiche tedesche.

Ora il Financial Times è in grado di fornire ulteriori dettagli, spiegando che la Bundesliga sta offrendo una quota di minoranza in una nuova società che si occuperà della vendita dei diritti internazionali (non di quelli nazionali) della Bundesliga, dei dati e di altre proposte commerciali.

La DFL (Deutsche Fussball Liga) avrebbe incaricato la società giapponese Nomura di trovare partner a cui vendere una quota del valore compreso tra 200 e 300 milioni di euro, valutando la nuova società oltre 1 miliardo di euro.

Oltre ai gruppi citati in precedenza, altri attori avrebbero chiesto informazioni. Tra questi Apax, Ardian, Apollo, BDT Capital, Blackstone, Bregal, Bridgepoint, Carlyle, Centerbridge, Cinven, Endeavour (insieme a Silver Lake), Goldman Sachs Principal Investment, IGC, HIG, Nexicap, Permira, Searchlight e TPG.

La DFL ha rifiutato di commentare le notizie sul tema finora, ma l’amministratore delegato della Bundesliga Christian Siefert e altri funzionari della lega discuteranno sulla possibilità di invitare le società interessate a inviare proposte in un incontro con i club tedeschi il 7 dicembre.

1 COMMENTO