Roma Scalera direttore generale
Il logo della Roma (Foto Andrea Staccioli / Insidefoto)

Roma Scalera direttore generale – Sarà Stefano Scalera il primo dirigente della Roma dell’era Friedkin. Forse il secondo se da qui a gennaio i nuovi proprietari della società giallorossa ufficializzeranno il nuovo direttore sportivo.

Come ricorda il Romanista, qualche settimana fa, in un incontro con i Friedkin, l’attuale Vice Capo di Gabinetto del MEF aveva ricevuto un’offerta di lavoro dal club giallorosso. Offerta che lo aveva molto lusingato, non solo per la sua fede giallorossa. In quell’occasione aveva spiegato di essere molto felice della proposta, ma che aveva bisogno di un po’ di tempo prima di poter dare una risposta definitiva in un senso o nell’altro.

In sostanza si è preso un periodo di riflessione, anche nella consapevolezza del suo ruolo certo non di secondo piano al Ministero delle Finanze, ruolo che ovviamente non si può lasciare dalla sera alla mattina. Anche se la risposta di prima impatto sarebbe stato affermativa, e non è cambiata dopo la riflessione. Il dottor Scalera, già dal prossimo gennaio, diventerà il direttore generale con delega specifica ai rapporti istituzionali (politici e sportivi) della Roma.

Il primo (forse secondo come spiegato in precedenza) rinforzo della Roma targata Friedkin, che in questo modo sperano di riattivare quei canali politici che potrebbero essere determinanti per la costruzione del nuovo stadio.

Scalera, 54 anni, vanta un curriculum ricchissimo e in passato ha ricoperto, tra l’altro, le posizioni di Direttore dell’Agenzia del Demanio, vice presidente Consip e segretario generale dell’Autorità per la Vigilanza sui Contratti Pubblici di Lavori e Servizi. Certamente non gli mancano competenze ed esperienza per ricoprire un ruolo strategico nella dirigenza della Roma, con un occhio particolare al bilancio che dovrà essere rimesso in sesto nei prossimi mesi-anni.

1 COMMENTO