Investimenti Usa nel calcio italiano ed europeo
Il New York Stock Exchange a Wall Street (Photo by Theo Wargo/Getty Images)

Vola Wall Street in apertura di contrattazioni, spinto dalle novità relative al vaccino anti-Covid in produzione da parte di Pfizer: il Dow Jones ha aperto a +5%, mentre l’azienda statunitense ha aperto a quota +14%. Anche grazie alla vittoria di Joe Biden, il Nasdaq avanza dell’1,31% a 12.046,73 punti mentre lo S&P 500 mette a segno un progresso del 3,67% a 3.638,64 punti salendo ai massimi di tutti i tempi.

Anche il petrolio vola a New York, dove le quotazioni salgono del 9,40% a 40,64 dollari al barile, con le quotazioni ai massimi da gennaio spinte anch’esse dalle novità sul vaccino.

Nel frattempo non si placa l’euforia sui mercati azionari del Vecchio continente dopo l’annuncio ottimista di Pfizer sul vaccino contro il Covid 19: tra le principali, Parigi è la Borsa migliore con un aumento superiore al 7%, mentre Milano (Ftse Mib +5,1%) ondeggia con Francoforte e Londra attorno a un rialzo di cinque punti percentuali.

Sui mercati azionari corrono in generale i titoli legati al comparto aereo e automobilistico mentre in Piazza Affari, anche tra sospensioni in asta di volatilità, i gruppi migliori sono Leonardo ed Eni in volo del 10%. Molto bene anche Unicredit che sale del 7% e Intesa del 6%. In scivolata del 9% il farmaceutico Diasorin.