Dazn si espande 200 paesi
(Photo by INA FASSBENDER/AFP via Getty Images)

DAZN riprende i propri piani di espansione internazionale dopo la pausa imposta dall’avvento della pandemia. Dal primo dicembre il servizio streaming dedicato allo sport sarà lanciato in oltre 200 paesi dove l’abbonamento iniziale costerà 1,99 sterline al mese e anche meno, intorno ai 2 euro circa.

Come sottolinea ItaliaOggi, l’annuncio dell’espansione della piattaforma era già stato fatto qualche mese fa. Obiettivo l’autunno. E con la ripresa delle competizioni dopo lo stop a causa del Covid, c’è stato il nuovo impulso. Il presidente esecutivo John Skipper ha parlato dei mesi del lockdown come di un momento di riflessione per fare il punto sull’offerta e i necessari aggiustamenti. La pandemia ha portato licenziamenti ed è arrivata anche la notizia della ricerca di risorse finanziarie per 1 miliardo di dollari da parte della controllante Access Industries del miliardario di origini ucraine Len Blavatnik.

Attualmente DAZN, oltre che in Italia, è presente negli Stati Uniti e poi in Spagna, Germania, Austria, Svizzera, Canada e Giappone. Essere presente in 200 paesi significa rendere la piattaforma accessibile praticamente ovunque con l’offerta base, fatta di boxe e altri sport di cui ha i diritti quasi senza limiti.

I principali eventi offerti da DAZN per attirare utenti nei nuovi mercati saranno due incontri di boxe, sport di cui DAZN ha i diritti su larga scala: il match tra il campione americano dei pesi leggeri Ryan Garcia e il britannico Luke Campbell sabato 5 dicembre; l’incontro con protagonisti il campione mondiale dei pesi massimi Anthony Joshua e lo sfidante bulgaro Kubrat Pulev il sabato successivo. Inoltre DAZN ha comprato per alcune regioni i diritti fra gli altri della Nfl e Major League Baseball (ovviamente non per gli Usa dove costano follie).

«Dal Regno Unito al Messico all’Australia, abbiamo riscontrato un incoraggiante livello di interesse per i nostri eventi chiave sin dal primo lancio nel 2016 – ha confermato Joseph Markowski, evp di Dazn -. Non vediamo l’ora di presentare la piattaforma Dazn in tutto il mondo questo dicembre con un entusiasmante programma di incontri di combattimento».