Pavel Nedved (Photo by Enrico Locci/Getty Images)
Pavel Nedved (Photo by Enrico Locci/Getty Images)

«La frase sui tamponi? Non voglio entrare nel discorso fatto, sentendolo so cosa sta provando, so le difficoltà che sta attraversando, stando bene vorrebbe spaccare il mondo e vorrebbe non saltare partite così».

Così il vicepresidente della Juventus, Pavel Nedved, intervistato da Sky prima dell’inizio della sfida tra i bianconeri e il Barcellona ha detto la sua sull’uscita di Cristiano Ronaldo, che oggi su Instagram ha definito i tamponi «bullshit».

Nedved ha anche parlato del nuovo progetto tecnico della Juve affidato ad Andrea Pirlo

«Delle difficoltà erano prevedibili perché abbiamo cambiato tanto: nuovo allenatore, nuova rosa. Siamo partiti senza precampionato, senza poter provare la squadra, le stai provando ora e ci sono normali difficoltà. Mancano anche giocatori importanti, non cerco alibi e scuse, ma solo per spiegare le difficoltà che abbiamo trovato. In Champions siamo partiti bene, vediamo a che punto siamo».

Il vicepresidente bianconero ha parlato anche dell’inserimento di tanti giovani nella rosa bianconera.

«Dobbiamo dire che sono usciti anche giocatori che non volevano stare più qui per far crescere i giovani, doveveamo accettare una situazione. E ora proviamo costruire, conosciamo le difficoltà. Sarà dura”.